Il figlio illusionista (anche il vostro lo è?)

Ode al figlio illusionista

Figlio mio
che la sera alle nove ti addormenti come un angioletto
il sonno sembra profondo e ti porto a letto
ma appena sfiori il tuo guanciale
spalanchi gli occhi e ti arrabbi come un cinghiale.

Pargolo mio
che nei giorni feriali  al mattino sei addormentato
vado a lavorare e nelle braccia del nonno ti lascio beato
ma di domenica al mattino alle sette
spalanchi occhi e boccuccia a cercare le mie tette.

Cucciolo mio 
che di notte in camera tua riposi almeno tre ore continuate
lasciandoci il lettone per effusioni desiderate
ma ieri notte con l’urlo di un tenore
hai reclamato fra le nostre coperte il posto d’onore
infrangendo, col tuo lamento,
l’illusione dei tuoi genitori di mezzora di godimento.

Bello mio,
sono una mamma illusa e ingannata
tuttavia a te dedico un’ode in rima baciata
certamente non è illusione che di te sono innamorata.


Mamma Ketty
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

3 commenti

Lascia un commento
25 febbraio 2015 07:13 ×

Hey Ketty! Ce l'ho!!! Ora è più grande e magari non piange più la notte, ma con le sue Gambino se ne viene nel lettone e si accoccola accanto a noi... salvo poi cominciare a puntare i piedi nel costato di uno o sulla testa dell'altra :-).
Bacioni

Reply
avatar
25 febbraio 2015 08:41 ×

Anche poetessa sei Ketty!
Che bella la tua poesia e quanto vera!
Un abbraccione Maria

Reply
avatar
25 febbraio 2015 10:02 ×

Sono appena uscita da una notte coi piedi puntati sulla schiena..
Tutti( o quasi ) i figli sono illusionisti.
Complimenti per la vena poetica..
Francy

Reply
avatar