Mamme che si fanno la guerra e l’esperienza al #mammacheblog 2014

Quando, nel 2010, ho saputo di aspettare la mia prima bambina, mi sono affacciata con interesse ad internet, a caccia di informazioni sulla gravidanza e sulla maternità in generale. 

Ed ecco che ho scoperto l’esistenza delle “galassie mamme". Mi sono resa conto, infatti, che non esiste una sola "galassia mamma" ma una miriade di pianeti fra loro diversi. 
Ho constatato, però, che queste galassie, fra loro, ingaggiano spesso vere e proprie guerre dei mondi.


E’ umano che sui vari aspetti della genitorialità (nanna, allattamento, svezzamento, educazione ecc. ecc. ecc.), ci siano opinioni personali e orientamenti psico-pedagogici e pediatrici differenti.
E’ altrettanto naturale che ognuno pensi di essere quello sano e giusto.

Il guaio è quando quel qualcuno tenta di imporre dispoticamente il proprio punto di vista.
Mi capita di leggere on line delle diatribe fra mamme che mi lasciano attonita.
Avete presente quando si hanno idee diverse e ci si scontra con la veemenza dei tori alla corrida con gli occhi insanguinati di rabbia?

Quando, impettito e col naso all'insù dei giudici più severi, qualcuno pretende di detenere “la verità” e si rivolge agli altri con superbi imperativi categorici: “Impara! Se non lo sai, te lo dico io!”

Sì sì, come no, tanto di cappello per la tua sapienza … ma io preferisco lo sgrammaticato ed ironico “Se non lo sai, sallo!” di un noto simpatico spot…

Per non parlare di chi prova a usare la voce grossa, tendente all'isterico, anche sul web, scrivendo tutto in carattere maiuscolo cubitale…

Oh poverina hai avuto una paresi al dito che ti impedisce di sbloccare il tasto Caps lock? … 

Insomma, in generale le discussioni condotte con queste modalità di comunicazione, le lascio perdere..
Se poi gli argomenti di confronto hanno a che fare con la genitorialità, non posso accettarlo… Mamme contro mamme … a chi giova tutto ciò?
Di certo non ai nostri figli, tutti dotati di quella raffinata sensibilità che capta ogni nostra vibrazione d'umore e ai quali dovremmo forse dare esempio di assertività e confronto pacifico.

Ora che da qualche mese sono anch'io una mamma blogger, mi sono fatta delle idee che esprimo, come dire, in punta di piedi e a bassa voce.

La prima: noi mamme siamo persone che sbagliano con amore. Tutte mosse dall'amore incondizionato per i figli, tutte limitateIl nostro spiccato intuito materno non ci esime dagli errori.
Si può mai giudicare e condannare con sentenza definitiva qualcuno mosso dall'amore?

La seconda idea:la verità è come un asteroide che, un giorno al di fuori della storia, si schiantò contro il sole, polverizzandosi. Minuscole particelle di verità si diffusero in ogni persona e, conseguentemente, in ogni teoria umana.


Anche in tema di genitorialità, nonostante le mie preferenze per alcuni orientamenti /libri/autori, su certe cose mi ritrovo a dar ragione alle teorie opposte.

Conseguenza: ma vale la pena di perdere tempo a litigare?

E se invece, unendo le nostre luci, invece di "galassie mamme", ci sforzassimo di essere luccicanti “costellazioni di  mamme-stelle ”? 

Con questa bella sensazione di poter fare “rete” con le altre mamme, di poter coltivare amicizie e defenestrare le polemiche, sono ritornata a casa sabato sera dal #mammacheblog 2014.

E’ stato un evento organizzato perfettamente da Fattoremamma e ricco di contenuti utilissimi.

Per l’esposizione dei contenuti rimando direttamente ai post delle bravissime mamme blogger, Giada, Marina e Silvia:

- il post di Marina - damammaamamma;
- il post di Giada Mammachevita;
In questo mio post mi interessa sottolineare lo spirito che era nell'aria del #mammacheblog: desiderio di scambio di idee, allegria, curiosità.

E’ stata un’occasione grandiosa di conoscere altre mamme blogger con le quali sviluppare interessi  e progetti comuni e di ri-conoscere di persona le amiche blogger frequentate fino ad allora solo on line.

E’ stato arricchente non solo ascoltare gli interventi degli esperti e delle mamme nei momtalk ma anche semplicemente chiacchierare intorno alla tavola a pranzo con le altre “cyber mamme”.

Eravamo lì per imparare, per crescere nella nostra cultura di mamme e di blogger ed eravamo lì per condividere e, per quanto mi riguarda, provare a lanciarmi in un mondo affascinante, popolato di mamme/donne piene di idee.

Grazie alla rete/internet e alla rete dei contatti, tutto questo è possibile.

Se poi il valore aggiunto della rete sono le mamme/donne che collaborano fra loro, chi può fermarle/ci?

Altro che guerre fra mamme!

Ketty
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

11 commenti

Lascia un commento
20 maggio 2014 02:28 ×

Concordo in pieno su tutto! Soprattutto anche io odio le mamme che si fanno la guerra sui vari siti, e ogni volta rimango allibita da certi commenti.... ma a che scopo, poi? E' così difficile scambiarsi opinioni in modo civile?
Al mammacheblog ci siamo riuscite e ci siamo anche divertite, peccato che sia solo una volta all'anno, dovrebbe essere un appuntamento mensile! :)

Reply
avatar
20 maggio 2014 08:19 ×

è stato un grande piacere conoscervi!!
un abbraccio grosso!!

Reply
avatar
20 maggio 2014 08:30 ×

E' vero, è inutile farsi la guerra, siamo tante mamme con tante idee, che anche se sono diverse, sono sempre, x ognuna di noi, il meglio che abbiamo pensato x i nostri figli!
Quindi stop a scannare chi non la pensa come noi!
E poi...evviva il #mammacheblog, che ha dato la possibilità a tante mamme di conoscersi in prima persona!

Reply
avatar
Carla S.
admin
20 maggio 2014 09:41 ×

Anche io c'ero, nella bolgia del MammacheBlog! La penso come te: noi donne/mamme abbiamo un sacco di risorse personali, mammesche e non solo. che è davvero un peccato irrigidirsi su posizioni che impediscono lo scambio!!! E poi si sa: esiste forse una teoria universale e univoca nella crescita dei nostri figli?
Forza a tutte le mamme e ancor di più se sono blogger, con la possibilità di mettere in comune esperienze, pensieri, riflessioni e trucchetti utilissimi ^_^

Reply
avatar
20 maggio 2014 15:44 ×

Ciao è un gran piacere conoscerti, io sono mamma di due gemelle ad oggi 5 anni, quest'anno non sono potuta venire al Mamma che blog , c'ero l'anno scorso e ne ho un piacevole ricordo. Sarà per il prossimo anno, chissà magari ci incontreremo!

Reply
avatar
20 maggio 2014 16:32 ×

Speriamo di vederci l'anno prossimo, allora!

Reply
avatar
20 maggio 2014 16:35 ×

;-)) . Peccato non esserci riconosciute. Alla prossima!

Reply
avatar
20 maggio 2014 16:36 ×

E incontrarti in carne ed ossa è stata una delle sfumature bellissime della giornata!

Reply
avatar
22 maggio 2014 23:42 ×

Anche noi eravamo al MammacheBlog!. Sono d'accordo nessuno può fermarci se siamo unite. Quindi vi chiediamo aiuto il nostro blog fa i suoi primi vagiti perché è nato il giorno della festa della mamma, ci aiutate a decollare, come? Ditecelo voi. Vi aspettiamo

Reply
avatar
13 aprile 2015 13:04 ×

Già è stato veramente bello! E non vedo l'ora di rivedervi tutte da blogger un pochino più consapevole e non super novellina come lo scorso anno! :))

Reply
avatar
monellica
admin
6 maggio 2015 16:52 ×

quest'anno di supernovellina ci sarò io :-D ecco chi sono e perché partecipo: http://www.giustidea.com/giusto-cosigrave/blogger-come-mamma-non-si-nasce-ma-si-diventa
Sono curiosa e fibrillante come una scolaretta alla fine delle vacanze estive!

Reply
avatar