Casetta per cioccolatini (fatta con materiali riciclati)

La mia casa è dove sei tu

L'idea di questo lavoretto mi è venuta una notte che la mia mamma ha dormito da me.
Lei abita tanto lontano, ci si vede al massimo quattro volte l'anno e, quella sera, sapere che era sotto il mio stesso tetto mi ha scaldato il cuore e la fantasia.
Il lavoretto è dedicato a lei e si intitola: la mia casa è dove sei tu


Ecco come l’abbiamo realizzato io e la mia bambina.

Il materiale utilizzato è in gran parte riciclato. Ho comprato solo il kit della colla a caldo che riutilizzerò tante altre volte (costo €6,00) e i cioccolatini.

Materiale occorrente:
- fogli di polistirolo con lo spessore di due centimetri (riciclato il polistirolo da imballaggio di un pacco che mi era stato recapitato);
- colori a tempera e pennelli;
- carta juta verde (riciclata la carta di confezionamento di un mazzo di fiori ricevuto);
- trincetto;
- forbici piccole;
- nastrino giallo (riciclato lo spago di una busta da shopping);
- colla a caldo;
- colla vinilica;
- ovatta gialla;
- fiorellini artificiali (riciclati fiorellini della confezione di vecchie bomboniere);
- carta rossa (riciclata pagina album da colorare di mia figlia);
- cioccolatini.
Esecuzione
Ho ritagliato dal polistirolo, con il trincetto, le seguenti forme:
- quattro quadrati di dimensioni  9×9 cm circa (pareti casetta);
- due rettangoli 11x9 cm (tetto della casetta);
- un rettangolo 20×30 cm (base per lo sfondo cielo);
- un rettangolo 25X10 (base casa); 
- un triangolo (parte superiore facciata casetta);
- un rettangolino 5X2 (comignolo);
- una nuvoletta.


Con  le  forbici ho ritagliato un cuoricino dalla carta rossa.

Mentre ritagliavo il polistirolo con il trincetto, ne ho approfittato per fare una ripetizione di “geometria” alla treenne. Non è mai troppo presto per imparare il nome delle forme.

Poi siamo passate alla fase preferita di Miss Energy:dipingere!
La base grande fa da cielo sicché l'abbiamo dipinta di blu, per la casetta abbiamo scelto il giallo ed il rosso.
Abbiamo lasciato asciugare per qualche ora.

Nel frattempo abbiamo rivestito la base con la carta juta verde che conferisce l'effetto “prato”. 

Una volta asciugate le forme, col trincetto ho tagliato una porta su uno dei quadrati gialli e con l’aiuto di mia figlia ho assemblato tutti i pezzi, incollandoli con la colla a caldo.
Sulla base blu abbiamo montato la casetta. Per dare più stabilità alla struttura abbiamo usato degli stuzzicadenti infilati nel polistirolo. 

Dopo, con la colla vinilica, abbiamo incollato la nuvoletta, i fiorellini e il cuore. Poi abbiamo incollato il sole fatto con ovatta gialla (quella che mi era avanzata da questo pulcino) e con i raggi di spago giallo. 

Infine, stando attenta che la bimba non ne depredasse qualcuno (da chi avrà preso la golosità?!), abbiamo riempito la casa con i cioccolatini, facendoli passare dalla porta.

Secondo voi piacerà alla mia mamma questo lavoretto realizzato da figlia e nipotina?


Ketty

P.S. Il  testo che la mia mamma troverà nella casetta, fra i cioccolatini, è in questo post: Tic tac fa il cuore della mamma. Lettera alla mamma lontana
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

3 commenti

Lascia un commento
SG
admin
10 maggio 2014 15:31 ×

Ciao, ho inserito il tuo blog fra le mie nomination per il Liebster Award. Se ti può interessare questo è il link http://mammamiacheblog.blogspot.it/2014/05/liebster-award-un-nuovo-riconoscimento.html

Ciao e complimenti! Ti seguo sempre con molto interesse!

Reply
avatar
Norma
admin
22 maggio 2014 22:23 ×

Ma quanto è carina! Bella, allegra e colorata, si vede tutto l'amore e la gioia che ci avete messo nel farla
Complimenti
Ciao
Norma

Reply
avatar
sara dionisi
admin
23 maggio 2014 16:45 ×

E' veramente carina e il pensiero è bellissimo!
Mi commuovo sempre quando si parla di mamma, perchè mi manca tanto la mia ed è proprio vero che la casa è dove c'è la mamma.
Vengo dal linky party di Alex e ti seguirò con piacere.
Un abbraccio
Sara

Reply
avatar