Teatrino delle marionette fai-da-te

Il teatro delle marionette o dei burattini affascina tutti, grandi e piccini. Quei pupazzi che prendono vita grazie alle mani e alla voce di una persona sembrano avere una personalità propria, vera. Quasi tutti i bambini si fermano a guardare questo spettacolo..incantati da questo mondo fantastico.

Io spesso sogno, come mio figlio, davanti ad un teatro di marionette..mi fa ritornare alla mente meravigliosi ricordi di infanzia.


Io e mister G. abbiamo deciso di giocare al teatrino delle marionette, a casa. Come abbiamo fatto? Semplicissimo e divertentissimo. Basta avere a disposizione:
  • pennarelli
  • cartoncino colorato
  • scotch
  • forbici
  • una coperta
  • due sedie
  • mestoli di legno ( quelli che si usano in cucina)
Il corpo delle marionette si può fare arrotolando un foglio a forma di cono, per costruire la faccia basta tagliare un cerchio da un altro foglio, i capelli sono tante striscioline di carta. Con i pennarelli si disegnano occhi, naso e bocca sulla nostra faccina. 

Non importa quanto tempo ci mettiamo, l’importante è fare tutto insieme e lasciar fare ai bambini il più possibile..saranno entusiasti!!( e anche noi mamme ;)

Adesso assembliamo tutto con lo scotch, devo dire che mister G. è molto bravo ad usarlo (ovviamente il lavoro non verrà preciso, ma ai bambini interessa divertirsi toccando, tagliando e appiccicando... l’estetica è per gli adulti), io preparo i pezzetti di scotch e tengo in mano le parti della marionetta che devono essere attaccate, lui appiccica il nastro adesivo... a volte sul tavolo, a volte sulle dita ma alla fine raggiungiamo il risultato desiderato.


Dentro il cono mettiamo i mestoli di legno (uno per marionetta), in questo modo sono più facili da muovere dentro il nostro teatro.

“Mamma, ora è pronto. Metti la coperta!”esclama felice mister G...manca solo quella ormai: con una coperta si coprono due sedie e ci posizioniamo. 

Quando era più piccolo ero io che stavo dietro la coperta e muovevo le marionette, ora mister G. ha preso il mio posto: è un regista fenomenale, inventa pure i nomi dei personaggi (la trama per ora non c’è..ma non importa!).
Io mi siedo al posto del pubblico e mi commuovo intravedendo le sue mani e i suoi capelli dietro quella coperta che si muovono..lui è felice ed io lo sono come lui.

Un gioco che stimola la fantasia, la creatività e la manualità.

Francy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

3 commenti

Lascia un commento
cristina R.
admin
13 marzo 2014 06:51 ×

ma quanto sono dolci oltre che utili questi tuoi post!
xx
passa a trovarmi
xx
http://sofiscloset.blogspot.it/

Reply
avatar
13 marzo 2014 10:00 ×

Grazie!!passo di sicuro.
Francy

Reply
avatar
Stefania
admin
4 luglio 2014 22:28 ×

Concordo... nel fare qualsiasi attività con i bambini è bene lasciarli fare... si divertiranno sicuramente...

Reply
avatar