I bambini hanno le antenne..

...e con quelle sentono ciò che prova la mamma, anche se  lei tenta  di nasconderlo.

Il mio professore di pedagogia introdusse una lezione con questa frase. Mi è sempre rimasta impressa, mi affascinava l'idea che l'essere umano, anche se molto piccolo, fosse già capace di percepire i sentimenti della mamma.

Poi è nato Mister G e ho toccato con mano quanto quella frase dicesse una grande verità: già da quando aveva pochi giorni era irritato se io ero nervosa o preoccupata per l'allattamento appena  cominciato, per il suo mal di  pancia o per qualsiasi altra cosa. Piangeva, piangeva..
Bastava stringerlo e me, calmarmi cantandogli una canzoncina che anche lui si calmava..mi guardava con quegli occhi luccicanti e io pensavo: hai già capito tutto, vero?



Adesso è più grande, è in grado di esprimere a parole quello che pensa..ma le sue antenne sono sempre lì, pronte a captare qualsiasi cosa. 

Allora può accadere un episodio come quello di ieri sera. Sono tornata dal lavoro, stanca e nervosa..avevo avuto davvero una brutta e faticosa giornata.
Mentre preparavo la cena e mister G stava giocando col "babbo inventagiochi", continuavo a vagare nei miei pensieri. Lui si è avvicinato per chiedermi qualcosa a proposito di un disegno, io ho risposto (e mi sembrava  di averlo fatto anche bene!!!)..lui mi ha guardato e  mi ha detto: "Mamma sei arrabbiata?"

In quell'attimo  mi sono pietrificata e ho pensato: "Non è possibile se n'è accorto anche  stavolta, non posso negare l'evidenza". "Sono arrabbiata perchè oggi ho avuto una brutta giornata e ora sono stanca. Ma la rabbia passa e poi  si torna felici". Ho risposto, cercando di spiegare in un modo semplice e chiaro per lui, qualcosa che semplice non è.. lui mi ha guardato e ha sorriso. 

Le antenne dei bambini sono infallibili, è  vero. Per  aiutarli a dare un nome a quello che percepiscono credo sia meglio dire la verità, sempre. I bambini hanno una grande anima e una grande sensibilità..penso  sia meglio aiutarli a coltivarla cercando di non trincerarci dietro bugie o negazioni della realtà: ce ne saranno grati e impareranno a loro volta a raccontarci quello che sentono. (E poi se diciamo bugie o mezze verità se ne accorgono!!)

Io continuerò a farlo con Mister G (speriamo  di riuscirci sempre, è molto difficile) in fondo fa bene anche a me "tirare fuori quello che ho dentro in certi  momenti" perchè non dovrebbe far bene anche a lui?

Fare il genitore a volte non è  affatto  semplice..

Francy

Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

5 commenti

Lascia un commento
cristina R.
admin
5 marzo 2014 07:23 ×

è proprio vero. a me pare di notarlo anche ora che la mia pupa ha solo 7 mesi.
xx
http://sofiscloset.blogspot.it/

Reply
avatar
Anonimo
admin
5 marzo 2014 13:25 ×

Uffi... Oh Francy... tu m'ha fatto venire il magone!

Reply
avatar
Anonimo
admin
5 marzo 2014 13:26 ×

l' anonimo sono io .. Emy

Reply
avatar
5 marzo 2014 16:50 ×

I bambini sono meravigliosi..sanno toccare il tasto giusto..e pensare che qualcuno pensa: sono piccoli, non capiscono..invece è tutto il contrario.
Francy

Reply
avatar
doc.F.G.
admin
10 marzo 2015 19:05 ×

è verissimo ed è per questo che da sempre sostengo che l'esempio per i bambini valga più di mille parole ricercate...loro ci osservano sempre e assorbono come spugne!

Reply
avatar