Mamme, sport&beauty

Da quanto tempo non mettete piede in una palestra? Non fate una bella corsetta oppure una semplice camminata veloce!! Non dico mica il corso di GAG o di Zumba? Sarebbe troppo!!!

A volte mi deprimo se penso che non mi muovo quasi più né come vorrei. Mi sembrano ormai lontanissimi i tempi in cui io e mio marito andavamo insieme al parco a correre o a fare i corsi in palestra.

In realtà lo sport dai 4 ai 20 anni è stato per me sinonimo di danza e musica. Ho ballato per tanti anni...dalla danza classica alla moderna, dalla ritmica alla contemporanea. In famiglia è stata coltivata questa passione un po' da tutti, in primis dai miei genitori che hanno gareggiato anche alle nazionali di liscio e latino-americani. 

Con l'università e i vari cambiamenti che si sono susseguiti subito dopo, il mio sport si è ridotto a qualche corso di aerobica ogni tanto per poi passare alla corsa che incredibilmente mi ha appassionata per diversi anni. Io e mio marito andavamo insieme a correre la sera dopo il lavoro e, per i mesi più freddi, ci siamo attrezzati acquistando un tapis roulant professionale.

Poi...la gravidanza...la bimbuzza...e la mia palestra quotidiana è diventata lei. Peccato solo che la tonicità non è più quella di prima!

Quando la mia Bimbuzza aveva pochi mesi, riuscivo ancora ad allenarmi perché lei dormiva tutto il giorno e io avevo tanto tempo per me (lo so che sembra assurdo ma è così). 


Guardate dove la tenevo mentre correvo sul tapis! Non le dava fastidio nemmeno il rumore e dopo l'allenamento riuscivo anche a fare la doccia! La sediolina che dondolava da sola con la musichetta in sottofondo è stata mitica e io sono tornata perfettamente nel mio peso forma!


Poi... Che ve lo dico a fare? Se sono qui che scrivo questo post è proprio perché il tempo per lo sport sembra essere sparito inesorabilmente, ma vi assicuro che ci provo spesso a farlo tornare...!!

Nel frattempo siamo passati alla cyclette in casa (si perché comunque la palestra è esclusa per i nostri ritmi e tempi familiari) ma da quando l'abbiamo acquistata sono riuscita al massimo a farla 5/6 volte in tutto. Torno da lavoro e mi fa fatica solo il pensiero di doverla aprire (l'abbiamo presa salva spazio) e  poi come faccio se devo giocare con Bimbuzza?? Ci sono!!! Giochiamo a fare gli esercizi di ginnastica!!!

Ecco, con gli esercizi sono più brava e costante ma... non è la stessa cosa. Per quanti addominali e piegamenti io possa fare, mi mancano terribilmente quelle sudate che facevano perdere liquidi, stress e scaricare tutta la tensione accumulata. Inoltre fare gli esercizi a terra, da sola, mentre la Bimbuzza mi salta addosso o vuole colorare accanto a me per terra...non è il massimo.

Vorrei di nuovo sudare, avere il fiatone per il lungo allenamento e poi sentirmi bene dopo la doccia.

Allora ho avuto un'altra idea, sempre casalinga, in attesa di momenti migliori: ho scaricato l'applicazione Zumba fitness per fare gli esercizi a ritmo di musica e sudare. Basta avere un tablet per una resa migliore, ma anche lo smartphone può andare bene. Non avendo la Wii sport mi sono attrezzata così. Ci sono varie app di questo tipo, la migliore è a pagamento (5€ circa). Si può fare!!!

La vita della mamma è anche questo: trovare una soluzione compatibile con tutto il resto per un piccolo spazio da dedicare al proprio benessere fisico e alla propria bellezza. 

Lo sport per me è bellezza e salute, non voglio rinunciarci e quindi se in questo momento della mia vita si riduce alla camminata di 20 minuti che ogni giorno faccio dall'ufficio alla stazione o alla Zumba casalinga (quanto sarebbe bello farla in palestra in un gruppo che dà la carica!!) l'importante è che ci sia, sperando che un giorno possa diventare "di più".

Vivy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

6 commenti

Lascia un commento
Raffa
admin
21 marzo 2014 07:26 ×

Vivi, come ti capisco! A me più che la palestra e lo sport mancano tanto cinema e concerti. Da circa un paio di anni abbiamo ripreso ad andare al cinema con la mia bimba grande (5 anni), ma guardare film di principesse del ghiaccio, burattini di legno e bambini monelli non è proprio la stessa cosa! Non vedo l'ora che le mie due pesti crescanono un po' per portarli a qualche concerto live. L'ultima volta che l'ho fatto ero incinta della primogenita, poi solo balli casalinghi! Per la palestra mi sono organizzata così: 20 minuti di corsa intorno al tavolo con la cinquenne fingendo di non essere in grado di prenderla, 30 minuti almeno di lotta libera sul lettone con il duenne (ma non diciamolo alle dade dell'asilo che si lamentano delle doti di lottatore provetto del piccolo), 30 minuti di schivamento salti e capriole sul divano nuovo di casa tra i rimproveri paterni e come sottofondo la voce di pappa pig che nessuno degna di uno sguardo! Eh si sa, la vita e' così, le priorità cambiano come pure le abitudini, ma c'è sempre qualcosa di buono nei cambiamenti! Baci a tutte!

Reply
avatar
Anonimo
admin
21 marzo 2014 22:57 ×

Sarebbe importante riuscire a ritagliarsi tempo oer sé, chr poi potrebbe anche tradursi in 20 minuti due volte a settimana. Mi accontenterei. Con tutti gku impegni che abbiamo; lavoro un Primis, già riuscire ad avere momenti di qualità con i ns cuccioli ,diventa l'obiettivo della giornata. Adoro stare cn la mia bimba. Lei è al primo posto x me. Inevitabile, perciò, che , dovendo x forza scegliere e dare delle priorità, il tempo x noi stesse è l'unica cosa cui poss rinunciare. Non so quanto alla lunga qs paghi; ha ragione Viviana: riuscire a trovare un piccolo compromesso è l'unica soluzione x non rinunciare a un momento solo ns . Io , ammetto, di avere delle difficoltà nel riuscirci. L'anno scorso,quando mia figlia era neonata, cm diceva Viviana, m veniva più semplice. Qs anno, a poco a poco, m sn ritrovata sebxa neanche un mom per andare a correre. E , molte mi capiranno, mi sento cm se mi mancasse un pezzo. Perché io amo mia figlia, ma amo anche quell'unico momento delka giornata in cui ero sola, senza pensieri, problemi, sebza curarmi di niente. Io, il miio fiato e ke mue scarpette sa running. Mc

Reply
avatar
1 aprile 2014 15:20 ×

Sei stata fin troppo brava, io a casa non riesco a muovermi nemmeno pochi minuti. Fino quando sono riuscita mi sono iscritta in palestra (corsi vari tra gag, aerobica, step, e di recente la mitica zumba) ma va incastrata alla perfezione con tutto il resto!
Ora ho appena iniziato un nuovo lavoro e dovrò ritagliarmi uno spazio alternativo. Potrei provare a correre o andare in bici nel weekend...boh ci devo meditare ancora su!

Reply
avatar
3 aprile 2014 15:30 ×

Se ci si riesce ad organizzare effettivamente qualcosa la si combina anche, io prima della seconda gravidanza mi ero ritagliata 3 ore alla settimana per me, mi ero fissata di voler ritornare in forma e ci stavo anche riuscendo...poi ovviamente svanito tutto! ma non importa sono nella speranza che ci saranno tempi migliori. Certo con due sarà ancora più difficile ma sono sicura che ci sarà la volontà un minimo di movimento anche solo per distrazione (per dimagrire sarebbe volere troppo) probabilmente riuscirò a ritagliarlo. Grazie per avermi fatto leggere questo post! mi ha dato conforto :*

Reply
avatar
3 aprile 2014 15:34 ×

Siamo tutte nella stessa barca;-) Un abbraccio, Viviana

Reply
avatar
Chiara R.
admin
15 luglio 2014 07:54 ×

bellissime e pure riflessioni che condivido a pieno, come ben hai capito dal mio articolo che hai letto. mi unisco con piacere ai tuoi lettori.

Reply
avatar