Tra dieci anni vorrei...

Il percorso #remembernovember di Silvia Ceriegi di Trippando, iniziato l'1 novembre fino al 30, è molto più di quanto immaginassi: non solo condivisione di foto a tema autunno, ma una riscoperta di se stessi per immagini, testi, post, riflessioni...

Tra i tanti compiti, quelli sul "chi siamo", "chi vorremmo essere o come ci piacerebbe che gli altri ci vedessero". Ci conosciamo veramente? Quali sono i nostri sogni? Da dove veniamo? Quale passato ha influito sul nostro presente?

Abbiamo scritto e fotografato il meglio delle nostre giornate, ciò che meritava di essere immortalato e ricordato e chissà alla fine del #remembernovember cosa verrà fuori? 

Sarà veramente significativo scoprirsi (o riscoprirsi) attraverso le immagini, i pensieri e i sentimenti scaturiti dagli scatti...

"Come vorresti essere tra dieci anni"
Una delle domande per il #remembernovemberday22

Come mia madre.
Risposta spontanea, logica, sincera, uscita fuori senza pensarci troppo.

Ebbene...tra dieci anni vorrei essere come lei, mia madre.
Una donna forte, ma con una grande sensibilità.
Una donna amica, ma che sa mettere paletti ben precisi se necessario.
Una donna selettiva e spesso diffidente.
Una donna stacanovista e con un forte senso del dovere.
Una donna generosa e altruista.
Una donna colta e intelligente.
Una donna veloce e pratica.
Una donna umile, ma vanitosa.
Una donna che ama curarsi e stare bene.
Una donna che ama il suo lavoro e i ragazzi a cui insegna.
Una donna che si fa in quattro se le viene chiesto aiuto.
Una donna che spesso non chiede.
Una donna che piange per esprimere i sentimenti.
Una donna che legge e scrive molto.
Una donna che capisce i suoi figli solo attraverso il cuore.
Una donna che ama così tanto i suoi figli da lasciarli andare via da casa, a migliaia di km di distanza.
Una donna che è per me unica al mondo.
Tra dieci anni, vorrei che mia figlia parlasse così di me, che mi vedesse come il suo modello ideale, trovando conforto e complicità nei miei occhi.
Una cosa non affatto scontata.

Tra dieci anni non so se sarò come lei, ma so che ho già tanto di lei.

Non ho scelto una foto di me e mia madre, ma una in cui lei è accanto ad alcuni alunni del Liceo, perché è con loro che mia madre trascorre gran parte del suo tempo. La ricordo così da sempre.



E infatti...Ci siamo appena riviste, trascorrendo quasi due giornate insieme a Bologna proprio perché, grazie al suo spirito sempre propositivo e attento verso i "suoi studenti del liceo", li ha portati a 1000 km da casa per assistere a un evento che arricchirà la loro formazione in vista degli esami di maturità

Mia madre è così: non si sgomenta, non vede ostacoli. Una donna pratica che, dopo aver letto l'invito all'evento che un giorno le ho passato quasi per scherzo, non ci ha pensato due volte a proporlo alla sua classe che ha accolto con entusiasmo la "gita fuori porta" per un concerto su Giacomo Leopardi.

Accompagnati dalle note di Schubert, sono stati recitati i canti di Leopardi nel corso di quattro serate tra ottobre e novembre. Noi abbiamo assistito all'ultima serata "I fiori del deserto",  con l'attore Giuseppe Cederna e il musicista Andrea Lucchesini.



E' stata una serata memorabile: la classe di mia madre è stata persino salutata e citata più volte dal presentatore e dall'attore, nel corso dell'evento, perché forse non era mai successo che un liceo si scomodasse da così lontano per assistere a un evento organizzato da Unipol e MusicaInsieme, con il patrocinio dell'Università di Bologna:)))

"Tua madre non è solo una brava insegnante, ma anche un importante punto di riferimento per tutti noi che, a fasi alterne, viviamo i piccoli ma "grandi" problemi adolescenziali..." -  mi ha detto una delle alunne, mentre passeggiavamo per le strade di Bologna.

Che dire? Orgoglio e' troppo poco! 

Vivy 
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

2 commenti

Lascia un commento
29 novembre 2016 15:02 ×

La tua è una stupenda dichiarazione di amore filiale!!! E visto il tuo desiderio e le tue parole, non ho dubbi che sia anche una madre fantastica!

Reply
avatar
Michela
admin
21 giugno 2019 09:10 ×

Tua madre non è solo una BRAVA madre e una bravissima insegnante, ma è anche una grande amica....

Reply
avatar