Un libro sulla rabbia dei bambini: "La furia di Banshee"

La furia di Banshee di Jean-Francois Chabas illustrato da David Sala – editore Gallucci - età di lettura: consigliato dai 4 ai 99 anni 

Ci sono storie in cui ci si identifica e storie che semplicemente ci riflettono.

Libro sulla rabbia dei bambini

"La furia di Banshee" per me è stato un libro “specchio”
Mia figlia aveva due anni quando oppose ad una mia richiesta, per la prima volta, un irremovibile “no” e cominciò a manifestare momenti di rabbia. "Che caratterino" pensai. Erano i cosiddetti terrible two.
Poi arrivarono i terribili tre anni. Ed ora? A quattro anni, quando si infuria, sempre terribili sono… 
Quando si adira, non è lamento, è tempesta!
O forse è solo lamento ma io, nel mio cuore di mamma che desidera per lei sempre la serenità, vivo la sua rabbia come una bufera devastante.

Questa è proprio la storia di Banshee.

Banshee è una piccola fata scintillante, con abito oro e capelli oro, che un giorno esce di casa, dimenticandosi persino le scarpe, in preda ad una furia illimitata
La sua rabbia ha effetti evidenti su di lei e sul mondo circostante. I suoi occhi sono accesi di livore, i capelli ritti, i piedi così roventi da bruciare ogni cosa che calpestano.
Banshee è furibonda e non fa nulla per nasconderlo, anzi, tutto ciò che incontra sul suo cammino è mutato dalla sua furia: convoca le nuvole nere perché il cielo azzurro è incompatibile col suo sentire, chiama a sé i venti d’uragano per sconvolgere un mare calmo, lancia urla che sovrastano le voci del vento.
Tutt’intorno gli animali e le persone sono spaventati e si domandano cos’abbia potuto provocare un così repentino peggioramento del tempo e dello scenario naturale. 
Mentre Banshee travolge tutto con la sua ira, tutti gli altri sono colti dallo scoramento e dalla perplessità.

All’improvviso, però, arriva la mamma. E’ una mamma serena che non si scompone per le reazioni di Banshee, sa perché Banshee è arrabbiata e le porge una soluzione, dicendole affettuosamente che probabilmente ha esagerato. 

rabbia dei bambini

Mamma e figlia, poi, si prendono per mano, e tornano a palazzo come se nulla fosse accaduto.

Quante volte accade anche a voi di provare sensazioni simili? 
Quante volte avete sentito uante sgomento e perplessità dinanzi a crisi di rabbia dei bambini che sembravano inspiegabili e che poi, invece, si sono sciolte come neve al sole?

Ma questa storia mi piace non solo perché rispecchia sensazioni vissute, mi piace pure perché mi sembra che affronti il tema della rabbia dei bambini, attraverso la metafora, con il giusto rispetto.
E’ normale che i bambini si infurino, è sano che sfoghino la rabbia, è utile reagire alla rabbia dei bambini con serenità.

Immaginate se la mamma di Banshee si fosse a sua volta adirata con la piccola per i guai combinati sul suo cammino?! Per usare la metafora del libro, probabilmente, anche la furia della mamma avrebbe provocato disastri naturali, ben più gravi di quelli causati da Banshee

libri Gallucci

La mamma, invece, interpreta il bisogno della piccola e lo soddisfa, limitandosi ad un amorevole commento “Mi sembra che esageri un poco. Hai proprio un bel caratterino!”. Si sentirà incompresa Banshee dopo questa affermazione? Non credo. Anche mia madre, quando ero piccola, mi diceva che esageravo, le veniva spontaneo, ma me lo diceva con una tale dolcezza che per me la sua affermazione è stata solo motivo di riflessione.

E la mia piccola fata come ha reagito alla lettura del racconto?

Con curiosità, concentrazione, coinvolgimento. 
Si sarà ritrovata nelle pagine del libro? Chissà?!
Per ora, quando le chiedo: “Sei arrabbiata come Banshee?”, lei sorride e ogni sera, da quando l’ho comprato, mi chiede di leggerle il libro.

Oltre che per la storia, il libro è affascinante per le illustrazioni meravigliose.
I colori e le immagini sono strepitosi.  L’edizione che ho trovato io è quella stampata con oro a caldo che fa apparire l’albo prezioso come un gioiello e conferisce ai personaggi quasi un effetto tridimensionale
Le immagini sono ricche di sfumature e dettagli bellissimi che danno movimento allo scenario, fanno vibrare gli animali e la natura come se fossero vivi. Inutile dire che mia figlia è rimasta ipnotizzata dal libro anche per via di queste ricchissime illustrazioni di David Sala.  Un po’ come accade a me dinanzi alle opere di Klimt.

Che ne dite? Che impressione vi fa questo libro?

Ketty
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

4 commenti

Lascia un commento
13 marzo 2015 06:01 ×

Che bello! Anche da queste parti la rabbia ogni tanto esplode, ma io non sempre riesco a restare calma...

Reply
avatar
Clod
admin
13 marzo 2015 10:26 ×

A chi lo dici... mica è semplice il mestiere di mamma!!

Reply
avatar
13 marzo 2015 13:17 ×

Io di solito resto calma quando i miei figli si arrabbiano. Ma quando sono stanca, magari dopo una giornata di lavoro, è veramente difficile trattenersi dall'urlare un vigoroso "basta!". Siamo umane!
Un abbraccio di comprensione a entrambe!
Ketty

Reply
avatar
13 marzo 2015 23:10 ×

Ma che bello questo libro. Devo dire che le mie non hanno mai avuto grandi episodi di rabbia per fortuna.
Non so se sarei riuscita a gestirli restando calma.
Un abbraccio Maria

Reply
avatar