Passeggiate per rilassarsi o per...arrabbiarsi??

Da qualche  mese a questa parte, per tenermi in forma durante la gravidanza ma anche per fare un po'd'attività fisica, dedico un'oretta di tempo al giorno a delle belle camminate all'aria aperta.


Mi fanno bene al fisico e alla mente nonostante la stagione invernale. L'aria frizzantina del mattino è davvero un toccasana ma anche i giorni  di pioggerella non sono male..il ticchettio delle gocce sull'ombrello e il silenzio del parco dove vado tutti i giorni mi rilassano.

Ecco, questo è il punto: il parco. Nella cittadina dove abito (abitiamo) è in assoluto la zona più frequentata perché ci sono splendidi giardini con i giochi per bambini e una bella pista ciclabile che li circonda. A passeggio e a giocare ci sono tante persone e tanti bambini molte delle quali con i cani.

Che bello vederli a fianco dei padroni scodinzolare felici!! Ci sono però delle persone che non rispettano le regole e si comportano in modo molto maleducato...e sono proprio i proprietari dei nostri amici a quattro zampe, NON TUTTI OVVIAMENTE, ma una parte.




Cosa fanno? Semplice, non tengono i cani al guinzaglio e li lasciano liberi di correre per la pista ciclabile...il problema si pone, come l'altro giorno, quando di cani liberi ce n'erano ben 6 con i padroni che facevano capannello di chiacchiere in una zona lì vicino.

Giustamente i cani, in uno spazio così ampio, corrono all'impazzata  tutti insieme, giocando e mordicchiandosi amichevolmente fra di loro..di certo non fanno a caso a me, o a chi come me, cammina tranquillamente in quello stesso spazio...non tocca a loro farlo, ma a chi li dovrebbe sorvegliare. La conseguenza è che te li ritrovi a tutta velocità vicino ai piedi e devi scansarli oppure ti devi proprio mettere di lato per farli passare.

Visto che la situazione si ripeteva da qualche giorno mi sono avvicinata ai padroni e ho chiesto gentilmente di tenerli al guinzaglio, indicando i vari cartelli affissi nel parco che obbligano a tenerli con quello, addirittura con la museruola e anche a raccogliere ii loro escrementi.



Per risposta mi sono sentita dire che i cani non fanno niente, che giocano e basta e che loro il guinzaglio non l'avrebbero messo. Il tono era molto seccato e maleducato.
A quel punto ho minacciato di chiamare i vigili urbani  ma nemmeno quello è sembrato far cambiare le cose..anzi, si sono alterati ancora di più.

Ora io mi chiedo, cosa ci  stanno a fare le regole, i divieti con tanto di cartello se nessuno li rispetta? In più ti rispondono anche alzando la voce e credendo di aver  ragione?? Uno parte con buoni propositi per rilassarsi, camminare e respirare aria pulita e si ritrova a discutere in questo modo? Ma se ci fosse stato mio figlio in quel momento, che ha tre  anni e mezzo, sarebbe riuscito a scansarli quei cani che correvano felici o l'avrebbero buttato per terra? E poi perché dovrebbe preoccuparsi lui di farlo quando c'è una norma comportamentale che impedisce a quei cani di correre e vagare liberi in un parco pubblico?

La prossima volta andrò prima nell'ufficio della polizia municipale a riferire ciò che  accade al  parco e poi andrò a camminare. 
La maleducazione e la cafonaggine non possono restare impunite anche perché ci rimetterebbero quelle persone che in quel  luogo ci vanno allegramente con i loro cani al guinzaglio.

Voi? Cosa ne pensate? Vi è mai accaduto qualcosa di simile? Ci tengo a precisare che questo mio "sfogo" non è verso che i cani che peraltro adoro..ma verso l'inciviltà e la maleducazione che è prerogativa tipica non di loro ma dell'uomo..

Francy

P.S. Al parco, vicino al fiume e non sulla pista ciclabile è  stata adibita un'area sgambatura cani che purtroppo non è recintata, rimane pur sempre una zona dove poterli lasciare liberi...perché non vanno lì?
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

10 commenti

Lascia un commento
2 marzo 2015 11:07 ×

A me è capitato di essere circondata dai cani quando ero a spasso con la mia Daisy (per chi non la conoscesse, è una maltesina di 3 Kg). L'unico cane col guinzaglio era proprio Daisy che ho dovuto prendere in braccio perchè spaventata dai cani più grandi. E i padroni non sono intervenuti se non con le parole inutili: " Non fanno nulla i nostri cani, non si preoccupi, signora!". Insostenibili. Ketty

Reply
avatar
pinkg
admin
2 marzo 2015 15:04 ×

Di proprietari di cani incivili ne vedo ogni giorno...è chiaro che il problema sono loro! Sulle spiagge mi è capitato di vedere che (non si sà per quale strano motivo) in inverno la popò non si raccoglie, ma viene elegantemente coperta di sabbia... quindi non solo occultata ma mimetizzata con conseguenze a volte pesanti!!!

Reply
avatar
2 marzo 2015 15:33 ×

Prima di educare i canni bisognerebbe educare i padroni. Sempre pensato!
Tu fai bene a rivolgerti alle autorità ma dubito che facciano qualcosa. Al limite possono fare un giro nel momentoin cui tu fai presente la situazione ma poi... come si dice a Napoli passata la festa gabbato o santo e più nessuno se ne ricorda.

Reply
avatar
2 marzo 2015 15:34 ×

Se i cani portassero al guinzaglio certi padroni questo mondo girerebbe meglio!
Mi trovi perfettamente d'accordo

Reply
avatar
2 marzo 2015 15:38 ×

Che bella immagine mi hai evocato!!!!!!! Stupenda!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahahahahahahahhah
Brava Fortunata!

Reply
avatar
2 marzo 2015 16:11 ×

L'immagine del cane che porta a spasso il padrone potrebbe essere un'idea da suggerire. :-P
Francy

Reply
avatar
2 marzo 2015 16:12 ×

Può darsi..ma sempre meglio provare a far qualcosa..speriamo che questo santo non venga gabbato.
Francy

Reply
avatar
2 marzo 2015 17:42 ×

Una vignetta del genere forse farebbe più effetto del solito divieto... ;-)

Reply
avatar
2 marzo 2015 17:43 ×

Vignettista che passi di qua...provvedi a realizzare l'idea che Francy la stampa e la appende in giro per il parco!!!
Please!!!

Reply
avatar