La nostra nuova "amica Tea"

SIVIA SERRELI, TEA, GIUNTI KIDS

Tornando da una giornata a Firenze, la nonna ha regalato a Mister G due libri. L'impatto è stato da subito positivo. Già dalla copertina si vedeva il bel disegno della faccia allegra di una bambina: Tea.

La bambina è protagonista di due interessanti avventure, una che parla del buio (Tea, perchè il buio è così nero?) e una dell'integrazione scolastica con bambini provenienti da altri paesi (Tea, e tu di che colore sei?)



Appena l'abbiamo sfogliato, io e mister G abbiamo avuto la sensazione di conoscere da sempre questa simpatica bambina. Sì perché sulla prima pagina c'è una bella descrizione di Tea: ha sei anni, le piacciono il Judo, le polpette della nonna, i fuochi d'artificio, mentre non le piacciono i bambini prepotenti e i vestiti coi fiocchi. Insomma, una bambina come tante, senza super poteri o lati del carattere particolari... una di noi.



La storia che parla del buio è piaciuta a Mister G perchè calza in un periodo dove è abbastanza titubante al riguardo... senza luci accese non si muove nemmeno per la casa! Tea è in compagnia dello zio, giovane, moderno e tatuato che la va a trovare ogni tanto, visto che vive all'estero.

Insieme allo zio,Tea scoprirà che anche il buio ha la sua importanza e se non ci fosse non potremmo godere dello spettacolo delle stelle, della luna, dei fuochi d'artificio...fino a che non tornerà beata e tranquilla ad addormentarsi insieme ai suoi peluche.
Immagini colorate e comunicative, scritto in stampato maiuscolo adatto anche ai bambini più grandicelli che sono alle prese con le prime letture e argomento senza dubbio intramontabile. Da non sottovalutare la presenza di una figura adulta che non è quella dei genitori nè dei nonni... insomma anche gli zii hanno importanza e allora...rendiamo loro giustizia!

Anche l'altro libro affronta una tematica fondamentale per i bambini di oggi: confrontarsi con altri che provengono da altri paesi e che portano con sé un bagaglio culturale e di esperienze completamente diverso dal nostro. Tea è in classe, alle prese con un compito assegnato dal maestro: che colore preferisci?
Lei decide di disegnare le facce dei suoi amici che sono di colori diversi perché le piacciono. Il suo disegno sarà così apprezzato da meritare l'applauso dei compagni e del maestro. Una bella storia di rispetto e integrazione culturale, spiegati con parole semplici adatte ai bambini.



Insomma, Tea è proprio una bambina semplice e simpatica che rimane impressa nella mente dei bambini che leggono le sue storie...(anche delle mamme 😆.

Ah, dimenticavo... sull'ultima pagina c'è un inserto con una medaglia da ritagliare e attaccare come collana che riassume il concetto del libro: un altro modo super comunicativo di lasciare il segno.
Siamo contenti di avere questa nuova amica. Siamo già pronti ad acquistare altri libri che la vedono protagonista.
Date un'occhiata e fateci sapere cosa ne pensate..intanto io e mister G ringraziamo la nonna di questo bel regalo! ;)

Francy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

4 commenti

Lascia un commento
27 marzo 2015 10:22 ×

Anche noi ne abbiamo 2, semplici ed efficaci per i bambini della scuola dell'infanzia.
Questo soprattutto ci è stato molto utile:
http://mammaalcubo.altervista.org/se-non-ci-riesco/

Reply
avatar
27 marzo 2015 17:16 ×

ciao, volevo ringraziarti di essere passata da me ed eccomi qui... adoro i libri per bambini, io ho due figlie di 7 e 10 anni, e loro amano un'altra Tea, la cuginetta del più noto Geronimo. Bella questa che ci mostri e ottima recensione, grazie. Giò

Reply
avatar
27 marzo 2015 19:18 ×

Ottimo suggerimento. Sembra davvero simpatica questa Tea.

Reply
avatar
28 marzo 2015 06:36 ×

Molto simpatica!da provare..grazie a tutti.
Un abbraccio
Francy

Reply
avatar