Viaggi in auto: la sicurezza prima di tutto

Da quando Mister G ha iniziato a frequentare la scuola infanzia passo sempre qualche minuto alla fermata dello scuolabus, aspettando il suo ritorno.
In questi momenti di attesa osservo passare le auto, le vedo che parcheggiano, fanno salire e scendere i passeggeri (di fronte alla fermata ci sono una gelateria e una pizzeria deliziose, slurp!) ma soprattutto vedo i bambini.


Incredibilmente mi sono accorta che pochissimi sono seduti sul seggiolino auto, stanno sul sedile posteriore o peggio ancora su quello anteriore, si muovono in libertà dentro l'abitacolo!

Le regole della strada parlano chiaro, fino a 150cm i bambini devono essere assicurati nel  seggiolino apposito (fino ai 9kg di peso deve essere sistemato controsenso marcia, dopo i 9 e fino a 18 kg nel senso di marcia su un altro seggiolino e poi ancora un altro step da 18 a 36 kg), questo perchè statisticamente parlando gli  incidenti per le vie cittadine, anche se si sta procedendo nei limiti di velocità, sono davvero tanti e un bambino
nell'impatto può addirittura essere sbalzato fuori!!

Qualche giorno fa, proprio nella via vicino casa mia un gatto impaurito è saltato in mezzo alla strada e io, per evitarlo, ho dovuto inchiodare: la borsa che avevo poggiato sul sedile dietro è caduta con un botto per terra. 
Mister G dal suo seggiolino si è mosso ben poco ma mi ha sgridato perchè guidavo troppo male! Ho sorriso, ho testato con mano quanto la sua posizione in auto fosse sicura.


Quando ero piccola, queste misure di sicurezza non c'erano e me ne stavo sul sedile posteriore a dormire sdraiata mentre andavamo in vacanza, lunghi viaggi riposanti; oppure salutavo le auto dal lunotto posteriore, in ginocchio sul sedile.

Adesso non si può più fare, i seggiolini sono scomodi perchè non danno libertà di movimento e spesso i bambini piangono perchè non ci vogliono salire..ma..ne va della loro vita, un bambino urlante in macchina ci fa stringere il cuore, ci fa dispiacere, ma lì, nel suo seggiolino è al sicuro ed è quello l'importante.

Io a vedere tanti in bambini in macchina affacciati al finestrino, o liberi di vagare nell'abitacolo mi sono preoccupata..il pericolo quando siamo alla guida è sempre in agguato e arriva in una frazione di secondo..quindi io scelgo la sicurezza di mio figlio, lo lascio piangere se capita ma almeno so che è protetto.

E voi?

Francy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

7 commenti

Lascia un commento
4 novembre 2014 07:29 ×

Brava Francy!
Anche io la penso come te. La sicurezza prima di tutto!
Io sono molto attenta, ma vedo intorno tanta superficialità, anche nei miei familiari con i miei figli o le nipotine e mi vengono i nervi! La tendenza è pensare che a noi non possa capitare, ma soltanto il pensiero che, anche per un tamponamento banale, possa farsi male un bambino mi fa venire i brividi. Piuttosto piangano e strepitino, ma devono essere al sicuro.
Un abbraccio e grazie per aver trattato questo tema così delicato

Reply
avatar
4 novembre 2014 08:09 ×

Grazie a te per averci espresso il tuo parere..ovviamente concordo in pieno.
Bacioni
Francy

Reply
avatar
4 novembre 2014 10:42 ×

Ho visto un bimbo di non più di 9 mesi messo sul tappetino anteriore fra le gambe della mamma. In galera dei genitori così

Reply
avatar
4 novembre 2014 11:50 ×

Mamma mia!!!chissà perché non si rendono conto della pericolosità elevata di certe azioni.
Francy

Reply
avatar
4 novembre 2014 14:42 ×

Esattamente come te.
Non solo. Quando vedo i bambini liberi nell'abitacolo, a volte faccio anche un ragionamento se vogliamo egoistico e/o distaccato: qual è il costo sociale dei bambini che subiscono lesioni per incidenti stradali? E se dovessi mai tamponare un'auto con dentro un bimbo che batte la testa o mi vola fuori dal cofano?avrei quel bambino sulla coscienza per sempre, oltre grane giudiziarie a non finire.
Davvero non capisco come si possa esporre i propri figli ad un rischio così stupido. Ci sono rischi che non possiamo evitare, perché aggiungerne altri evitabili o almeno, limitabili?

Reply
avatar
4 novembre 2014 15:15 ×

D'accordissimo! Aggiungerei solo che dare il buon esempio ai nostri figli aiuta: quando la bambolotta strepita sul seggiolone le faccio notare che tutti abbiamo la cintura e dobbiamo "essere legati", così lei si rassegna più facilmente e contemporaneamente impara ciò che le sarà utile in futuro...

Reply
avatar
5 novembre 2014 08:27 ×

D'accordissimo coi vostri punti di vista: dare il buon esempio ai figli fa parte dell'essere bravi genitori.
Al costo sociale non avevo pensato..riflettendoci adesso non posso che darti ragione.
Baci e buona giornata.
Francy

Reply
avatar