Goffa come ... una giraffa! Oh no, Arianna!



Quando i bambini imparano a camminare, correre e arrampicarsi, se ne vedono delle belle! Ruzzoloni leggendari, scivolate proverbiali, scontri e capriole da restare senza fiato
Noi mamme a volte ci facciamo sopraffare dall'ansia, rimpiangendo i tempi in cui erano neonati e li proteggevamo fra le nostre braccia. 
Ben più spesso - ormai siamo avvezze a piccoli incidenti - non riusciamo a trattenere le risate per i loro movimenti goffi.

Ma i bambini come vivono le loro cadute? 
Alcuni con filosofia: il bernoccolo che per noi è un dolore, per loro è un trofeo di coraggio
Altri si disperano platealmente, controllando con la coda dell'occhio quanti dei presenti sono pronti a soccorrerli amorevolmente. 
Altri si sentono buffi e inadeguati, si vergognano intensamente delle loro goffaggini e quando cadono cercano subito un posto dove nascondersi con la loro vergogna.

Oh no, Arianna” è un albo di Gemma O’Neill (edito dalla De Agostini, col marchio White Star Kids) che ha attirato immediatamente la mia simpatia e quella dei miei bambini perché racconta, col sorriso fra le pagine, la storia della giraffa Arianna, tanto alta quanto goffa

Un po’ di “Arianna la goffac’è in ogni bambino e francamente anche in me!

La storia

Arianna, con entusiasmo, va in cerca di amici nella savana ma le sue gambe troppo lunghe e malferme e le sue forme sproporzionate le causano continuamente incidenti: inciampa e precipita sui suricati, si scontra con gli elefanti, cade nello stagno spruzzando acqua su tutti gli animali.
Insomma, la giraffa fa una gran confusione e, per via della sua goffaggine, non riesce a trovare amici, nonostante la sua tenacia e i tanti tentativi di avvicinarsi agli altri animali (tentativi che finiscono sempre con una caduta).
Quando finalmente decide di riposarsi e fare uno spuntino al suo albero preferito, quando meno se lo aspetta, qualcuno le chiede amicizia. 
Si tratta delle agili scimmiette e degli uccellini che popolano proprio il suo albero preferito. Scimmiette e uccellini sono felicissimi di avere un’amica simile che può andare in alto come loro. Così Arianna trova veri amici ed un nuovo equilibrio emotivo e può sognare di arrivare con loro anche fino alle stelle.

Riflessioni

Questa storia semplicissima accende tante riflessioni che esprimo, in parole più facili, anche ai miei bambini:
- a volte siamo goffi solamente perché siamo nel posto sbagliato e con le persone non giuste per noi;
- quel che di noi per alcuni è un limite (o un’esagerazione), per altri è la nostra virtù;
- mai disperare nel cercare gli amici, prima o poi attireremo qualcuno di simile, che ha le nostre stesse aspirazioni;
- non vale la pena di crucciarci per le nostre goffaggini, un passo avanti e la “brutta figura” è già dimenticata.


Un albo che fa bene perché diverte

Ma anche senza andare nel profondo, direi che l’albo “Oh no, Arianna” è uno di quelli che fanno bene perché leggerlo con i bambini è molto divertente
Vi vorrei registrare le voci dei miei figli che esclamano, in coro e con espressione marcatamente rammaricata “Oh, no!”, tutte le volte che giriamo pagina e Arianna ruzzola in terra. Per me è esilarante, altro che Paperissima!

Le illustrazioni

Di grande pregio sono poi le illustrazioni: colori brillanti, sfumature ricchissime che conferiscono la sensazione del movimento e musetti degli animali che ben rendono le emozioni
Mi ha poi affascinata anche la tecnica del colore  “spruzzato” sui disegni al di fuori dei reali contorni; sicuramente la proporrò ai bambini per qualche disegno sperimentale.

Non è bellissimo?  

Ketty

P.S. Della stessa collana l'albo "LA MERAVIGLIOSA CRINIERA DI MONTY" subito disponibile presso la libreria di Prato http://www.ilpaesedeibaobab.it/

Per gli amici pugliesi l'albo è prontamente prenotabile presso la http://www.libreriahamelin.it/
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

3 commenti

Lascia un commento
8 aprile 2016 11:29 ×

Wow, sembra bellissimo!!Questo lo prenoto subito, sperando che in biblioteca lo abbiano!!!

Reply
avatar
Federicasole
admin
8 aprile 2016 12:03 ×

Meraviglioso, ci piacerebbe sicuramente. Anche noi oggi parliamo di libri che fanno scompisciare dal ridere. Buon weekend!

Reply
avatar
12 aprile 2016 07:08 ×

bellissimo, belle le illustrazioni e bello il messaggio, consolidare la loro autostima è sempre importante.

Grazie del suggerimento
Flavia

Reply
avatar