Festa della Rete 2014 - Prime impressioni "a caldo" in una selfie-intervista

Di solito io sono quella delle riflessioni “a freddo”.
Quando provo emozioni, anche le più belle, le lascio intiepidire in modo che non brucino il pensiero razionale.

Oggi mi va di cambiare. Scrivo subito.

Visto che vanno di moda le interviste ma nessuno stasera mi può intervistare, faccio “alla Marzullo”: mi faccio una domanda e mi do una risposta (ndr tranquillizzo i lettori che trattasi solo di un escamotage letterario, non sono schizofrenica).

Ketty, mamma blogger di www.kevitafarelamamma.it, cosa ti ha indotto a partecipare alla Festa della Rete 2014?

Quando ho saputo del blogfest 2014 mi sono incuriosita. Da blogger ho maturato un’idea molto positiva della rete, partendo proprio dal significato della parola. “Rete” è l’ interconnessione fra periferiche informatiche ma anche lo strumento a trama fitta che serve a catturare le cose.
Alla festa della rete ho trovato proprio questo: interconnessione e cattura… cattura di che? Di idee!

A quali incontri hai partecipato?


A tanti. Io e la mia socia-blogger Viviana siamo partite avvantaggiate dal fatto che anche nostri mariti erano interessati, per lavoro, a diversi panel.
E così, pur essendoci concentrate come mamme blogger sugli incontri Kids tenutisi all’Opificio Beccadelli, siamo riuscite a seguire anche altri panel e dibattiti  sugli argomenti “media” ed “economy” sia di persona che per il tramite dei nostri mariti.

Quali sono le idee che hai catturato?

Tante. Il concetto di influencer personificato dall'irresistibile Rudy Bandiera, l’importanza del personal branding, l’essenzialità di scrivere solo cose in cui si crede al 100% come metodo infallibile per scrivere bene ecc. ecc.
Mi soffermo su un concetto che è emerso in diversi dibattiti come una verità contemporanea: la vita on line e la vita off line non sono più separate
Qualche anno fa un blog poteva essere un spazio paradossalmente segreto dove esprimere se stessi schermati da un nickname.
Oggi la massima espressione di un blogger è nella complementarietà fra vita on line e vita off line. 
L’ho vissuto in questi giorni. La bellezza della scrittura di alcune blogger che frequento in rete ha trovato compimento nella visione della loro corporeità di persone.
Oppure è accaduto il contrario: la persona che parlava sul palco mi ha attratta al punto da indurmi a cercarla in rete e a rivalutare il suo blog che magari avevo visto di sfuggita o non mi aveva impressionata.
Un’identità digitale è un valore aggiunto sia quando si usa la rete per lavoro sia quando la rete è un hobby.

Ci sono persone che ti hanno affascinata?

Ho provato ammirazione istantanea per Caterina Moscetti, fondatrice e mentor di "CoderDojo" Sigillo e per Marcellla Jacono co-founder di “Impara digitale”: con iniziative come le loro, c’è grande speranza per la scuola italiana e per le generazioni del futuro.

Mi è piaciuto osservare all’opera Jolanda Restano, CEO di Fattore Mamma, con la sua grande energia, l’entusiasmo ed anche la capacità di coinvolgere tutta la sua famiglia nei suoi meravigliosi progetti.

Onore al merito alle blogger professioniste che, immaginando il loro futuro, si sono raccontate  nello stesso tempo con profondità e leggerezza durante l'incontro  “mamme blogger: cosa farete da grandi?”. 
Saranno un giorno “nonne blogger”, come suggeriva l’incantevole Chiara Cecilia Santamaria?


Sono stata molto felice di aver incontrato Chiara Maci, la mia foodblogger preferita e donna dolcissima. Le bambine (la mia bimba e la figlia di Viviana), si sono divertite moltissimo nel disegnare piatti con lei per Inalpi.

Commenti sull’organizzazione della festa?

Rimini è una location bella e in posizione strategica, accoglienza perfetta, sedi dei dibattiti adeguate e intrattenimenti per bambini apprezzatissimi.

Se dovessi sintetizzare, in poche parole, il significato della festa della rete?

La rete è creazione! Lasciamoci irretire dalla rete! La rete è una grande opportunità di sviluppo personale, economico e sociale.

Ketty
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

8 commenti

Lascia un commento
15 settembre 2014 07:28 ×

Grazie per questo post Ketty.
Deve essere stato veramente bello partecipare.
Dove si teneva?
Un abbraccio Maria

Reply
avatar
15 settembre 2014 15:14 ×

Che bella esperienza! Se avessi potuto ci sarei venuta volentieri!
Interessante il concetto di vita on e off line. Quando ho deciso di aprire un blog (dire che sono una blogger mi sembra un po' troppo... almeno per ora) pensai che fosse meglio nascondermi dietro un nickname piuttosto che usare la mia identità, perché mi faceva sentire più a mio agio e perché non sentivo che fosse legato in particolare a un determinato aspetto della mia vita (esser mamma, vita professionale, hobby, capacità particolari, ecc.) ma che fosse uno spazio per scrivere, riflettere, pensare "a voce alta" e comunicare, prendendo spunto dalla mia vita di essere "umano in generale". In altre parole (è un concetto che non mi è facile rendere), pensai che il mio nome, il fatto che si sapesse che fossi io piuttosto che un'altra a scrivere, non avrebbe influito più di tanto né cambiato la sostanza. A dire il vero non lo sa praticamente nessuna delle persone che conosco che scrivo... Chissà che col tempo non cambi idea...
Un abbraccio

Reply
avatar
15 settembre 2014 16:38 ×

E' proprio bello che condividiate con noi queste esperienze, lo apprezzo moltissimo.
Poi un pensiero frivolo: "Uhhhh...la Maci!!! Mi piace tanto! ♥♥♥"

Reply
avatar
15 settembre 2014 17:29 ×

Mi era saltato il nome della location. L'ho riaggiunto. Grazie a te, cara.

Reply
avatar
15 settembre 2014 17:44 ×

Se ti senti più a tuo agio così, questa è la tua strada.
A me è capitato di iniziare con un blog anonimo ed aver maturato poi piano piano l'esigenza e il coraggio di manifestarmi. Partecipare al mammacheblog e poi al blogfest mi ha fatto sperimentare la bellissima sensazione di dare un volto ed una voce alle magnifiche blogger di cui apprezzo idee e parole.
Con te per ora è un'amicizia fatta solo di parole, bellissime peraltro.. ti ho già detto che mi piace tanto leggerti, vero?
Bacioni.
Ke

Reply
avatar
15 settembre 2014 17:47 ×

Grazie, cara!
La Maci è ancora più adorabile di persona.

Reply
avatar
Anna Trecca
admin
15 settembre 2014 22:23 ×

Complimenti bel post.

Reply
avatar
15 settembre 2014 23:32 ×

Spero che un giorno ci incontreremo... grazie.
Baci baci

Reply
avatar