Sono una mamma col fuso orario

Mi sono autodefinita così l'altra "mattina" quando mi sono alzata da letto dopo una nottata faticosissima: Little C sveglio ad ogni ora, allattato praticamente di continuo.



"Ormai sarà mattina presto" mi sono detta senza guardare l'orologio e mi sono tuffata in cucina alla ricerca della caffettiera. Finalmente il piccino dormiva e io ho deciso  di accendere il pc per scrivere un post. 

Avvenimenti accaduti in sequenza:

  • Davanti alla tazza di caffè fumante, ho guardato l'orologio: 4:40 (Ehhhh!!ma che calcolo ho fatto?? non sono ancora le 5 del mattino).
  • Il bip dell'accensione del pc ha urtato il sonno leggerissimo di Little C che si è svegliato per l'ennesima volta, ho dovuto ricominciare ad allattare e a cullare senza sosta.
  • Il caffè è rimasto nella tazzina, ha smesso di fumare ed è diventato gelido.
  • Il pc è entrato in stand by e il post sul blog non l'ho scritto (con buona pace delle mie due amiche che ormai non si stupiscono più della mia organizzazione fallace).

Ma dov'è il tempo?? 
Cioè con che criterio le ore scorrono da quando ho partorito la seconda volta??
Nessuno mi aveva avvertito: la notte le lancette vanno piano piano, specialmente in quelle notti piene di risvegli (sì perché mio figlio, che compirà sei mesi domenica prossima, si sveglia ancora tantissimo...non ha mai dormito per più di tre ore di fila. Per favore, non ditemi che i vostri dormivano 7 ore, perchè ci soffro).

Quando spunta il sole tutto cambia: le ore sono minuti e mi ritrovo a dover pensare al pranzo quando ho ancora in bocca un pezzo di brioche. 

Poi ci sono gli impegni, quelli di Mister G, dell'asilo, del Marito che devono essere incastrati con i tempi miei e di Little C che ovviamente fa la cacca mentre stiamo uscendo o vuole essere allattato mentre sto guidando.

La mia capacità mnemonica in tutto questo trambusto se ne è andata a farsi friggere, se non appunto tutto nel calendario appeso in cucina mi scordo pure come mi chiamo.

Fortuna che almeno le bollette le ho domiciliate in banca, sennò  mi  sarei ritrovata senza gas e luce. Insomma...questo è il quadro attuale della mia vita da bismamma. 

Non vi impaurite a breve tornerà  un po' di organizzazione..
Lo spero.

Francy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

10 commenti

Lascia un commento
11 novembre 2015 12:51 ×

faccio parte della del gruppo !
se ero un po' nel tunnel al secondo figlio, con il terzo sono degenerata :-D
Hai ragione durante la notte, le ore non passano mai.... e quando ti riaddormenti dopo 5 minuti suona la sveglia :-(

Reply
avatar
11 novembre 2015 12:56 ×

Evviva!Qualcuno sulla mia stessa barca!Remando,remando troveremo il bandolo della matassa.
Ahahah!
Francy

Reply
avatar
11 novembre 2015 13:40 ×

Coraggio! Poi le cose vanno meglio, tutto prende una piega più tranquilla, soprattutto quando il piccolo riuscirà a riposare più a lungo di notte e tu a dormire ;)
Ti abbraccio
Francesca

Reply
avatar
11 novembre 2015 13:48 ×

Grazie!!sì lo so che tutto migliorerà..ma ogni tanto avere qualcuno che te lo ricorda ti far sentire meglio!
Bacioni
Francy

Reply
avatar
maura
admin
11 novembre 2015 18:29 ×

È normalissimo, ci sono passata anch'io. La fase critica dura circa un anno e mezzo, ma da adesso dovresti riuscire man mano a organizzarti un po' meglio. Enea ha 21 mesi e avrà dormito per più di tre ore di fila al massimo quattro volte.

Reply
avatar
11 novembre 2015 20:53 ×

Io sapevo giá tutto,col grande era andata così...ho solo sperato che col secondo dormissi di più..vabbè passerá!grazie
Francy

Reply
avatar
Anonimo
admin
16 novembre 2015 13:00 ×

Dicono che con il tempo le cose migliorano. .. Sarà.
Il tempo si deve essere dimenticato di me, i figli crescono e il tempo passa ancora più in fretta...tre figli, scuola, lavoro, casa, sport il grande, sport il medio, sport la piccola, un cane...dimenticavo la mia dolce metà che quando gli dai qualcosa da fare non riesce mai a farlo, anche il più semplice ricordati di portare il grande a scuola...buon tempo a tutte noi

Reply
avatar
20 novembre 2015 14:10 ×

Sì,buon tempo a noi.Grazie per aver parlato della tua esperienza.

Reply
avatar
25 novembre 2015 23:05 ×

Come non ritrovarmi nelle tue parole?
Bimbetto di tre anni e mezzo in piena crisi di gelosia, accozzato come una cozza sullo scoglio e pulcetta di quasi cinque mesi che non dorme più di tre ore di fila (quando avviene gioisco e faccio la danza della gioia) e le volte che è successo
Di giorno ho due occhiaie da far paura e sragiono, di notte svengo tra una poppata e l'altra, dato che ho così sonno che me lo sono portato nel lettone.

Prima o poi passa, dicono...

Reply
avatar
4 dicembre 2015 15:10 ×

ora per fortuna mi sento meno sola...

Reply
avatar