Due giorni inaspettati tutti per me...e non solo!

Presa dai mille impegni e dal tran tran quotidiano, la scorsa settimana avevo rimosso la festa del Patrono, il 4 ottobre, che fa chiudere gli uffici pubblici e quindi anche l'università in cui lavoro, a Bologna. Inoltre, per recuperare una giornata straordinaria lavorativa, sono rimasta a casa un altro giorno per cui ho avuto due giorni di fila inaspettati di vacanza, a metà settimana.
Un regalo raro, una boccata di ossigeno che ho vissuto con tanta energia, due giornate piene in cui non ho riposato affatto ma che, mi hanno fatto sentire più libera di mente e quindi appagata.



Non sono state in realtà due giornate solo per me ma anche per la mia bimbuzza, per le mie amiche, per lo sport, per mio marito (anche se lui è andato regolarmente al lavoro).

Per me
Ho fatto l'allenamento quotidiano di workout con calma e a partire dalle 9 piuttosto che alle 6.45.

Ho fatto una bella colazione con pane fresco e marmellata, yogurt e cereali senza guardare l'orologio.

Ho sistemato il ripostiglio e fatto il cambio delle scarpe (subito dopo mi sono sentita così bene che il macigno che sentivo al cuore è scomparso) e ho ritrovato delle scarpe che non ricordavo nemmeno più di avere.

Sono andata dall'estetista.

Ho ascoltato tanta musica facendo la doccia (di solito sono di fretta!).

Ho fatto shopping (ehm ehm!)

Per la mia bimbuzza
L'ho accompagnata a scuola come ogni mattina, ma sono anche andata a riprenderla (cosa più che rara!).

Subito dopo la scuola siamo andate a fare merenda al bar, sedute fuori ai tavolini (c'era un bel sole!).

Abbiamo trascorso più di un'ora in biblioteca dove l'ho ascoltata leggere e inventare storie, spaparanzata sui morbidi cuscini. 


L'ho accompagnata a danza (anche questa è cosa rara!).

Siamo andate a casa di Ketty per trascorrere almeno un'ora e mezza insieme come facevamo ai vecchi tempi (quando eravamo in maternità o quando io tornavo prima da lavoro). I nostri bimbi, mai sazi di stare insieme (sono anche nella stessa classe!), hanno trascorso qualche ora spensierata di giochi e fantasia.



Essendo meno stanca e "di fretta", la mia bimbuzza ha potuto godere di una mamma più rilassata (idem il marito).

Per le mie amiche
Io e Ketty siamo riuscite a bere una tisana insieme, nel tardo pomeriggio, e a fare due chiacchiere "de visu" e non in chat! Abbiamo anche avuto tempo di programmare le nostre due prossime settimane di allenamento e aggiornarci su particolari che solitamente sfuggono! 

Ho pranzato a Prato con le mie amiche Francy ed Ester. Per la prima volta siamo riuscite a vederci da sole, senza i nostri uomini, e a trascorrere un'ora e mezza di solo donne. È stato un pranzo molto piacevole: chiacchiere leggere si sono mescolate a temi e ricordi più profondi, partendo da un passato che inevitabilmente ci portiamo dietro. A piccoli pezzi ci stiamo conoscendo sempre di più e la nostra amicizia sta prendendo una piega che nessuna delle tre, qualche mese fa, forse immaginava. 

Per lo sport
Come già detto, ho eseguito i miei allenamenti alle 9 e lo shopping di cui sopra, ha riguardato anche accessori per i workout: pesetti, corda e fascia elastica. Top!

Per mio marito
Abbiamo avuto più tempo per parlare, senza la fretta di mettere tutto a posto, dopo cena. A un certo punto lui mi ha anche detto: "Comunque si vede che sei più riposata! Parli di più!".
Ero proprio rilassata! :-)

Così rilassata che ho avuto anche il tempo di provare una nuova ricetta: la pasta al forno alla sorrentina imparata da Alessandro Borghese.
La sera, durante la cena, a volte guardiamo il programma Kitchen Sound Remix che tra musica e ingredienti ci regala una mezz'ora abbondante di sapori buonissimi, idee fattibili e alla portata di chiunque!
Ecco allora che, avendo tempo per stare ai fornelli, ho provato una nuova ricetta per la pasta al forno (uff non ho fatto la foto!) con pomodorini e tanto pecorino. Buona.
Perché l'ho messa nel paragrafo per mio marito? In effetti è anche per me!
Beh, nonostante il costante regime che seguiamo dettato dalla nutrizionista, ogni tanto fa piacere fare uno strappo! A lui piace quando cucino e preparo qualcosa di nuovo e sfizioso.

Dopo queste due giornate in cui, tra l'altro, il tempo è stato sempre bello, caldo e soleggiato, sono tornata al lavoro più carica che mai. E oggi si riparte con una nuova settimana, piena, senza stacchi e con mille impegni. Ma sono carichissima!

Vivy 
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

5 commenti

Lascia un commento
Ester Cadoni
admin
9 ottobre 2017 22:38 ×

Visto che mi hai nominata... 😉 concordo su tutto, dalla nostra bella amicizia che, senza uomini, è più libera di spaziare, fino al tempo per noi...prezioso...impiegato senza affanni è una gioia!!!

Reply
avatar
Giulia
admin
10 ottobre 2017 21:57 ×

È sempre bello leggerti ;)

Reply
avatar
Priscilla X
admin
20 ottobre 2017 11:29 ×

Che bello, queste giornate ci vogliono proprio una volta ogni tanto. Io purtroppo quest'anno devo aspettare le ferie di Natale :(

Reply
avatar