L'ululato del lupo

Il titolo certamente non lascia indifferenti i bambini e, in realtà, ha incuriosito molto anche me! Ammetto, infatti, di non aver visto l'ora di leggere il libro di Anselmo Roveda (illustrato da Ilaria Guarducci - Coccolebooks) e vivere l'avventura dei lupi con mia figlia che, trepidante, chiedeva: "Mamma, chissà cosa succede!?"


l'ululato del lupo

La storia è stata una bella sorpresa perché mi ha ricordato momenti estivi della mia infanzia, il cortile in cui giocavo con i miei vicini di casa, le sere senza orario, i racconti di paura seduti sul dondolo fuori al buio, la spensieratezza degli anni in cui si crede proprio a tutto e si è in cerca di avventure.

I bambini del cortile di Santa Brigida, i protagonisti di questa storia, mi hanno ricordato tutto questo e soprattutto la bellissima sensazione che provavo alla fine della scuola, sapendo di avere una lunga estate davanti. 

Una lettura quindi adatta durante le vacanze estive (ma va bene anche per tutto l'anno eh! :)) per bambini dai 6 anni.

Mia figlia seienne ha apprezzato molto la storia e, incuriosita, ha voluto che leggessimo anche gli approfondimenti, alla fine del libro, dove sono spiegate tutte le tipologie di lupoAbbiamo individuato il lupo appenninico che vive non lontano da noi! Ahaha aiuto. Per fortuna dicono non siano aggressivi con gli uomini.


l'ululato del lupo

La storia è avvincente, strutturata bene e ha come protagonisti 5 ragazzini, vicini di casa. Vivono tutti nello stesso palazzo e giocano in cortile alla fine della scuola. Uno dei loro sogni è andare in montagna, possibilmente in una notte di luna piena, per ascoltare il famoso ululato dei lupi.
I genitori promettono ai ragazzini che potranno andare, una volta finita la scuola. E così iniziano a contare i giorni.


l'ululato del lupo

Finalmente arriva giugno e i genitori mantengono la promessa: organizzano una gita in montagna dove una guida, Elena, li aspetta in un rifugio dove i ragazzini, per la prima volta, pernotteranno senza genitori. Che avventura!


l'ululato del lupo

I cinque amici  vivranno anche l'eccitazione di un mistero da scoprire e in cui viene coinvolta la loro guida Elena: un pastore del paese non trova più le sue pecore nel gregge. Tutti pensano siano stati i lupi, ma Elena è fermamente convinta che non si tratti di loro. Grazie ad alcuni indizi e all'aiuto dei bambini, i carabinieri scoprono che dietro alla scomparsa delle pecore in realtà c'è un poco di buono della zona, che voleva spaventare il pastore e appropriarsi dei suoi terreni e del gregge, a poco prezzo.

Dopo l'avventura velata di mistero e durante la quale i bambini hanno giocato a "fare i detective", arrivano la notte e soprattutto il momento tanto atteso! Dopo una bella camminata di mezz'ora, al buio, i bambini con la loro guida raggiungono una radura rischiarata dalla luna d'argento. Elena tira fuori il registratore che inizia ad ululare e che richiama i veri ululati dei lupi. Nel silenzio, infatti, poco dopo i lupi iniziano il loro canto e brividi di emozione si diffondono tra i bambini.

Il libro si chiude con l'immagine dei bambini riuniti, come sempre, in una sera d'estate e con un amico in più, un nuovo vicino di casa al quale non vedono l'ora di raccontare la loro bellissima avventura con i lupi.

Una storia che non può lasciare indifferenti i piccoli lettori tra brividi, suspense e la forza dell'amicizia.

Vivy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

1 commenti:

Lascia un commento
10 giugno 2017 01:52 ×

Mi ispira. Lo cerco ^__^

Congrats bro Anna Maria Fabbri you got PERTAMAX...! hehehehe...
Reply
avatar