Spino: un libro sull'importanza della gentilezza

Ancora una volta la casa editrice Camelozampa soddisfa le nostre aspettative e ci regala una lettura adatta dai 3 anni, ma avvincente anche per i bambini di 6. Mia figlia, infatti, lo ha letto volentieri e ha riso anche parecchio!!! Ha espresso diverse opinioni e si è meravigliata nel leggere che esiste persino una scuola di "cattiveria" (nel libro, ovviamente ahah).

Un albo illustrato che, con ironia, affronta il tema delle "monellerie" (non mi piace tanto usare il termine cattivo/cattiverie...) e di come possano essere placate attraverso l'amicizia e soprattutto l'incontro di persone sagge e gentili.
Ma non solo.



La prima cosa che ho pensato, finita la lettura del libro, è stata: "Beh, è vero. Spesso i bambini (ma anche gli adulti eh!) si fanno influenzare dagli amici, nel bene e nel male, oppure si parano dietro a una corazza, costruita per difendersi dalla incapacità di socializzare e mostrare i sentimenti o per pararsi dalla troppa timidezza, dalla paura, dai problemi...


Dimostrare di essere quello che non si è, per nascondere sentimenti o emozioni a cui non si riesce a dare un vero nome.

Ecco allora Spino, protagonista dalle mille facce buffe di questo albo colorato, ben scritto e illustrato da Ilaria Guarducci. Un essere spinoso che vuole essere a tutti i costi cattivo, allontanare chiunque con le sue spine, far paura e imparare ad essere ancora più cattivo, andando persino a scuola di cattiveria.



A che servono le farfalle? Il bosco nero non ha bisogno di tutto quel colore. Ecco allora che Spino le cattura per strappar loro le ali. E il cinguettio degli uccelli? Troppo fastidioso per lui che non sopporta l'allegria, tanto da rinchiudere pettirossi e cinciallegre in un barattolo di vetro!



Fare scorribande, rubare merende, insultare alberi secolari, strappare i petali dei fiori, punzecchiare i gusci delle lumache sono il passatempo preferito di Spino che però, un giorno, deve fare i conti con una brutta sorpresa.


Inizia a perdere tutte le sue spine.

Prima una, poi due, tre, quattro...tutte...tanto da restare completamente nudo, rosa e morbido come una caramella gommosa.

Così non fa più paura a nessuno! Le lumache e le rane ridono sotto i baffi, le farfalle si posano persino su di lui scambiandolo per un bocciolo di rosa. Come può trascorrere, adesso, le sue giornate se non può spaventare più nessuno, senza compiere nemmeno una cattiveria!? 



Solo e sconsolato, Spino si siede su un sasso e, mentre è lì che pensa, si avvicina a lui un coniglio che, vendendolo così triste, decide di invitarlo a fare un giro e a giocare insieme.



Nasce una bellissima amicizia fatta di giochi e allegria. Adesso Spino, non avendo più le spine, può persino giocare a palla senza bucarla e abbracciare i suoi amici senza pungerli.


Non era mai stato tanto vicino ai suoi amici, ed era una bella sensazione. 

Un giorno, però, le spine ritornano. Forse si era trattato di un malanno? E così Spino, per un attimo, torna a fare il cattivo per il bosco, cercando di spaventare tutti.
Ma non è più la stessa cosa! Perché?

Spino torna a riflettere sul sasso dove, poco dopo, lo raggiunge l'amico coniglio che non ha paura di lui nemmeno se adesso ha le spine.

Tu sei tu, con o senza spunzoni! - gli dice per tirarlo su e, soprattutto, per invitarlo a giocare con gli altri. 



Una frase dolcissima, il senso di tutto il libro. Perché ciò che conta, per chi spesso crede di essere o vuol essere "Spino", è l'animo. Non importa pararsi dietro a una maschera (le spine) per paura di non essere accettati. In fondo, chi non ha angoli spinosi del carattere? 

Sicuramente non è un percorso semplice. Ma come spesso accade, i libri vengono in nostro aiuto per provare a insegnarlo ai bambini, sin da piccoli.

È questo è uno di quei libri.

Vivy 
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

3 commenti

Lascia un commento
Priscilla
admin
7 aprile 2017 16:44 ×

Bello il libro è molto bella l analisi che hai fatto! Wish lista X i pupi

Reply
avatar
10 aprile 2017 08:48 ×

Mi sembra una storia davvero bella! Segnato!

Reply
avatar
10 aprile 2017 10:00 ×

Una storia che potrebbe aiutarmi ad affrontare il tema del bullismo con il ricciolino, in effetti. C'è un bimbo molto "spinoso" quest'anno nella sua classe che lo piacchia ed infastidisce e io non so più come aiutarlo...proverò, perchè mi sembra una storia utile e delicata! Grazie!

Reply
avatar