Irene la coraggiosa

Brrrrr che freddo! Neve, tanta neve in questo bellissimo libro di William Steig (Rizzoli).

Un libro non necessariamente natalizio ma che, visti il contesto in cui si svolge la storia e il regalo di una bambina alla mamma, può sposarsi bene con il Natale



E' il primo libro di Steig che ho letto e acquistato, scoprendo che, nel 1986 quando è stato pubblicato, è stato scelto dal New York Times come miglior libro illustrato. Inoltre è l'autore del mitico Shrek! Non ho potuto quindi fare a meno di correre ai ripari per questa mia mancanza, acquistando anche il suo “Silvestro e il sassolino magico” che a mia figlia piace tantissimo. Oggi però voglio parlarvi di Irene, ispirata dal freddo di questi giorni  e perché anche io sto cercando il regalo perfetto per la mia mamma.



La madre di Irene è una sarta e ha appena finito di cucire un bellissimo abito per la duchessa che ha organizzato una festa per la stessa sera.  Bisogna consegnarlo al più presto, ma la mamma di Irene non si sente tanto bene e quindi la bambina, vedendo la madre stanca e ammalata, la convince a stare al calduccio tra le morbide coperte che le rimbocca, dopo averle portare qualcosa di caldo.



Andrà Irene dalla duchessa con l’abito avvolto in una bella scatola!

E così la bambina si mette in viaggio, a piedi, tra la neve, tenendo stretto il pacco, senza farsi intimidire dal vento gelato.
Il percorso è tortuoso, difficile, a un certo punto Irene si perde tra la neve e, peggio ancora, la scatola si apre e l’abito vola via, tirato dal vento contro cui Irene lotta per l’intero viaggio.
Irene non si arrende e arriva a casa della duchessa credendo di dover spiegare l’accaduto, ma... che sorpresa quando trova l’abito portato dal vento proprio davanti alla casa, attaccato a un albero!!!



Irene viene elogiata da tutti, in casa della duchessa, per il coraggio e la determinazione con cui ha portato a termine il suo compito. Viene invitata alla festa e riaccompagnata a casa il giorno seguente.



E la mamma di Irene?
Dopo una bella nottata di riposo, sta molto meglio e si rincuora nel vedere tornare la figlia con la carrozza della duchessa...su cui c’è anche un dottore”.

Insomma, una bella avventura finita bene e soprattutto con un regalo prezioso per la mamma: l’amore e le attenzioni della sua bambina.

Quale regalo migliore per una mamma?

Vivy 

Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!