Tre giorni ad Amsterdam: una vacanza alternativa


È stato proprio alternativo il nostro weekend ad Amsterdam, o meglio, per usare le parole dell'host che ci ha affittato casa, direi "non convenzionale".


Non poteva descriverci meglio, Mark, nella recensione che ci ha lasciato su Airbnb, perché è proprio così che viviamo ogni volta i nostri weekend all'estero! I viaggi che facciamo sono esperienze di vita che lasciamo a nostra figlia, piccoli ma intensi scorci di un mondo diverso spesso dal nostro, di culture e lingue che per lei diventeranno normalità.

Questa volta non abbiamo visitato nemmeno un Museo ma, grazie al tempo sempre soleggiato e caldo (ci siamo praticamente abbronzati) abbiamo vissuto la città, i suoi canali e parchi, fermandoci a guardare con calma gli olandesi e le loro abitudini. 


Ecco, quindi, cosa è possibile fare ad Amsterdam in tre giorni, se c'è tanto sole!

Spostamenti 
Da Pisa siamo partiti per l'aeroporto di Eindovhen, dove abbiamo preso il Bus che avevano prenotato online. Importante: indipendentemente dalla compagnia prenotata, il bus è uno solo perché raccoglie le varie prenotazioni nell'orario scelto. L'aeroporto di Eindhoven è piccolo e all'uscita, sulla destra, c'è il parcheggio da dove partono i bus.
Il viaggio fino alla stazione di Amsterdam dura una'oretta e mezza ed è sempre da lì che si riprende il bus per il ritorno in aeroporto. 

La stazione è un punto di riferimento centrale per la città perché, oltre alle fermate degli autobus, ci sono tanti spazi informativi e vendita di biglietti per spostarsi in città e per organizzare le varie gite in barca o in bici. 
Per muoverci coi mezzi (metro, bus e tram) abbiamo optato per un ticket di 3 gg (17€ adulti e 7.50€ bambini dai 5 anni) che va comunque obliterato all'ingresso e all'uscita di tutti i mezzi. 


Arrivati a ora di pranzo, abbiamo lasciato le valigie al deposito bagagli della stazione (tutto automatico con carta di credito), pranzato (in un posto buonissimo davanti alla stazione, in una veranda sul canale (Loetje), e deciso di inaugurare la nostra vacanza con un bel giro di un'ora sul battello per i principali canali di Amsterdam (Amsterdam Canal Cruise), ascoltando la visita guidata nelle cuffiette. Abbiamo poi fatto un bel giro a piedi nei dintorni in attesa di Mark, il nostro host.



Girando in barca ci siamo resi conto di quanto i canali siano importanti per gli olandesi, vivi e brulicanti di barche di ogni tipo, di case galleggianti, di feste, di vita. Un giorno abbiamo anche assistito a una festa di matrimonio gay su due barconi. 


Alloggio
Perché è stata alternativa la nostra vacanza? Perché per la prima volta abbiamo affittato una casa compresi i suoi proprietari. Tramite Airbnb abbiamo trovato una casa meravigliosa, fuori dal centro di Amsterdam, di un signore che ha conquistato tutti i suoi ospiti, compresi noi.



Mark abita con i suoi due figli adolescenti in una zona fuori dal centro di Amsterdam, che sembrava quasi finta con le case tipiche olandesi tra la pista ciclabile (niente macchine perché vengono tutte parcheggiate in appositi parcheggi), canali e tanto verde: Reigersbos, non lontano da Amsterdam Arena.



L'incontro con Mark, in stazione, è stato molto emozionante: siamo andati insieme a casa, fatto la spesa con lui e la figlia, nel piccolo centro della zona, e cenato insieme (ho fatto la pasta con un ragù di cinta che avevo appositamente potato dall'Italia). Sembrava ci conoscessimo da sempre, senza imbarazzi...nonostante il mio inglese stentato. 

Sento di consigliare questa esperienza, se siete persone con un grande spirito di adattamento e l'entusiasmo per le cose nuove: rende più ricca l'intera vacanza, soprattutto ai bambini. Nostra figlia sentiva le conversazioni in inglese e ogni tanto tentava anche lei di dire qualcosa. Quando siamo andati via e abbiamo salutato Mark, quasi mi sono commossa.

Il nostro tour 
Il primo giorno, con calma, in mattinata ci siamo diretti in centro e abbiamo camminato molto per le strade di Amsterdam, a partire dalla zona della piazza DAM, dove c'è il Palazzo Reale (Koninklijk Paleis Amsterdam) per continuare sulla Raadhuisstraat dove abbiamo trovato la Sara's Pancake House (buonissima!). 



Per smaltire e continuare la nostra girata al sole abbiamo affittato le bici presso uno dei tanti Rent a Bike: una bici per me e una Cargo Bike per mio marito e bimbuzza (col seggiolino dietro). 



Nessun timore per girare in bici ad Amsterdam! Credo che non esista un'altra città più organizzata di Amsterdam riguardo alle piste ciclabili. Ci siamo divertiti molto perché per un momento ci siamo sentiti anche noi olandesi: lì TUTTI vanno in bici e per le famiglie (anche numerose) ci sono tante soluzioni.

Credo inoltre che i parchi di Amsterdam siano in assoluto i più belli visti fino ad ora in Italia e all'estero. Mi ha colpito soprattutto il modo in cui gli olandesi li vivono con la famiglia (hanno tanti bambini), organizzati in tutto e attrezzatissimi se c'è il sole (ciabatte, asciugami, giochi per la sabbia). I parchi infatti sono pieni di sabbia e i bambini quindi giocano scalzi o in costume come se fossero al mare.



Con le nostre bici abbiamo raggiunto Vondelpark, un parco stupendo con tanti percorsi e angoli incantevoli tra canali e laghi (l'acqua non manca mai). Ci siamo fermati nello spazio dedicato ai bambini che ha  persino una grande fontana/piscina dove qualche bimbo faceva il bagno (i 20 gradi in Olanda corrispondono ai nostri 30!!!). 



Ci siamo rilassati tantissimo e io, incantata, osservavo le mamme olandesi assolutamente tranquille con 3/4 figli piccoli che scorrazzavano in giro, senza patemi e senza nemmeno curarsi di seguirli. A un certo punto mi sono ritrovata a stare dietro a una bambina di circa due anni che si era tuffata con tutti i vestiti in una fontana piena di sabbia. Mamma non pervenuta:) o a spingerne un'altra sull'altalena senza sapere chi fosse il genitore in questione. Mitici!



Abbiamo continuato il nostro giro per un altro parco, Rembrandpark, dove ci siamo fermati per un altro giro di giochi sulla sabbia. Poi abbiamo proseguito per il centro, fermandoci a osservare scorci bellissimi e le famose case sui canali. 



Lasciate le bici ci siamo avviati verso la zona del Mercato dei fiori e di Spui, piena di locali e tanta gente. Proprio lì c'è un ristorante toscano buonissimo, gestito da amici di alcuni nostri amici che ce l'avevano vivamente consigliato: Eatmosfera. Ci siamo tornati per due sere di seguito, perché oltre alla pizza buonissima (il pizzaiolo è palermitano), la cucina presenta una menù toscano rivisitato, utilizzando i prodotti tipici che arrivano direttamente dall'Italia (la carne per es arriva da Prato). Se avete bambini che non possono fare a meno della pasta e del ragù, vi consiglio di cenare qui perché il livello è veramente sopra la media (qui la nostra recensione su Tripadvisor). Se volete avere qualche altro particolare questa è la pagina FB di Eatmosfera (si prenota anche online).



Siamo tornati a casa dopo le 22 e bimbuzza non poteva credere ai suoi occhi: era giorno come se fossero ancora le 18! Le giornate soleggiate e calde hanno reso la vacanza ancora più particolare e gradevole

Il giorno dopo, sabato, con molta calma abbiamo raggiunto in metro un altro parco famoso di Amsterdam: Amstelpark dove abbiamo trascorso parte della nostra giornata.



Innanzitutto abbiamo fatto un giro esplorativo con il trenino che parte dall'ingresso del parco. Abbiamo poi raggiunto lo spazio dedicato ai bambini con tanta sabbia e giochi spettacolari. Abbiamo fatto un pic nic seduti a uno dei tanti tavolini di legno e preso il sole sul prato mentre bimbuzza giocava. Eravamo completamene rilassati e appagati: non ci capita spesso, nella vita di tutti i giorni, di stare spaparanzati in un parco senza pensare a nulla.


Dulcis in fundo: ad Amstelpark c'è una fattoria con gli animali aperta a tutti, gratuita: i bambini possono camminare tra pony, oche, galline, caprette e persino maiali, dare loro il mangiare e accarezzarli se non hanno paura. Gli animali in questione sono abituati alla gente e non danno alcun problema. Inutile dirvi che siamo stati tantissimo all'interno della fattoria! 





Siamo andati via da lì a pomeriggio inoltrato e ci siamo diretti verso il centro, nella zona del Mercato delle Pulci (Waterlooplein Market). Abbiamo camminato tanto meravigliandoci ancora di certi scorci e della vita frenetica sui canali. A un certo punto per riposarci ci siamo fermati su delle panchine al sole, in una pedana dove attraccavano i battelli di che  caricavano e scaricavano continuamente persone. Siamo rimasti lì per almeno un'ora...relax completo!

Prima di cena abbiamo girato ancora per la zona di Spui, bevuto due birre in un pub all'aperto e poi a casa. 

La domenica mattina, prima di andare via col bus delle 14, siamo andati al Nemo Center, il famoso museo di scienze adatto alle famiglie e ai bambini. Per mancanza di tempo lo abbiamo vissuto solo all'esterno: una terrazza grandissima che si estende su gradini (il panorama è stupendo), piena di giochi particolari per bambini, come le fontane che si attivano se giri le manovelle, binocoli, poltrone girevoli...



Si raggiunge benissimo a piedi dalla stazione e il percorso per arrivarci è molto suggestivo passando tra ponti e barche antiche.



Abbiamo lasciato Amsterdam con la promessa di ritornarci per completare i giri e visitare i musei e le altre attrazioni che ho già messo in lista:
- Giornata al Nemo center
- Van Gogh museum
- Heineken Experience
- Keukenhof Gardens (fuori Amsterdam, aperto da metà marzo a metà Maggio). 

Che dire?
Nonostante l'aria spesso "profumata" e annebbiata di "fumi particolari", la nomea di città un po' troppo aperta e non sempre pulita e ordinata (ebbene si, i parchi non erano pulitissimi!!!), ritengo che Amsterdam sia una città adatta anche a chi viaggia con i bambini, perché regala vivacità, tanti colori e fiori presenti in ogni angolo e soprattutto tanta spensieratezza.


I servizi sono ottimi e la rete Wifi è aperta quasi in tutta la città. Ci tornerei anche domani. 

Vivy 
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

2 commenti

Lascia un commento
gioia
admin
24 luglio 2016 15:56 ×

Grazie x aver condiviso il racconto del vostro viaggio

Reply
avatar
24 aprile 2018 20:29 ×

Hi Dear,
I Like Your Blog Very Much. I see Daily Your Blog, is A Very Useful For me.
Cargo Bike Rental Copenhagen Reserve best luxury motorcycle rental, bike rental service, rent a christania. Enjoy the best place in Miami via luxury bike.

Reply
avatar