Avventura fra squali e pesci tropicali all'Acquario Le Navi di Cattolica

Se c'è una cosa che mio figlio ama tantissimo è il mare. Quella grande distesa d'acqua non lo ha mai intimorito nemmeno quando l'ha vista la prima volta, a 10 mesi. Lo ha sempre guardato e osservato tanto e quando è diventato più grandicello ha iniziato a farmi milioni di domande: "Quanto è profondo?"; "Ma è buio in fondo? Gli squali sono tanti?"...e via dicendo...

Sapete bene quanto sono curiosi i bambini (il mio in special modo...Tutto sua madre, dice Il Marito). Col tempo abbiamo letto tanti libri che parlassero del mare e della sua fauna ma la possibilità di vedere il mondo sottomarino dal vero è di gran lunga la cosa migliore in questi casi.

Quindi? Perché non pensare a visitare l'Acquario di Cattolica? Direi che è anche un ottimo periodo questo, l'estate. Provate e non ve ne pentirete! Soddisfa anche le mamme curiose, ve lo assicuro..


E' il mare, ma soprattutto le tante forme di vita che lo popolano, ad aver ispirato la nascita dell'Acquario di Cattolica. Collocata all'interno del Parco Le Navi la struttura vanta un'estensione di 110 mila metri quadrati, con affaccio a 360 gradi sul mare ed integrata perfettamente al tessuto urbano circostante.

La denominazione del parco prende spunto dalla silhouette assunta dagli edifici che lo ospitano e ricordano la forma di una flotta di navi pronte a prendere il largo in mare.

L'Acquario, suddiviso in 4 aree espositive specifiche, contraddistinte da colori diversi, rende omaggio soprattutto al mondo marino a cui è dedicato l'ambito espositivo principale, che vanta più di  3000 esemplari appartenenti a 400 differenti specie di pesci, provenienti direttamente dai diversi mari del mondo.
Attrazione di punta delle Navi sono però gli squali, presenti in 16 specie diverse, da quella mediterranea, più piccola per dimensioni, a quella del sud America con esemplari più pericolosi e possenti.
L'Acquario di Cattolica vanta una caratteristica unica in Europa. Dal 2003 infatti consente ai visitatori di immergersi direttamente nelle vasche, all'interno di una gabbia di sicurezza,  per un confronto diretto con gli squali toro.

Il più grande acquario dell’ Adriatico accompagna i visitatori attraverso 4 straordinari percorsi:
blu, giallo, verde e viola.


Percorso blu ... viaggio nella storia del pianeta
Il visitatore può conoscere più da vicino l'evoluzione biologica delle specie.
Grazie alle 100 vasche presenti si percorre un itinerario che consente di osservare da vicino gli squali, valutati dagli studiosi come una sorta di fossile vivente, i graziosi ed eleganti pinguini, le meduse, gli squali piatti, i piranha, i coloratissimi pesci tropicali.

Il percorso blu ospita anche il ricovero per le tartarughe, la vasca tattile con i Trigoni, la grande vasca con gli squali.

Gli ambienti marini che ospitano le varie specie sono riprodotti nei minimi particolari.


Percorso giallo ... l'universo dei corsi d'acqua
A svelarsi nel percorso giallo sono la flora e la fauna degli ambienti di acqua dolce.
Protagonisti indiscussi dell'itinerario giallo sono le Lontre dei torrenti orientali ed i Caimani nani del Rio delle Amazzoni.
Per osservare più da vicino queste specie sono stati duplicati fedelmente gli habitat che li ospitano in natura.

Percorso verde ... gli animali esotici
Nato nel 2009 l'itinerario verde è riservato agli animali esotici e ai rettili.
La stragrande maggioranza di queste specie non vive direttamente nell'acqua ma trae dall'elemento sostentamento.
I visitatori potranno osservare questo mondo per conoscere più da vicino un patrimonio che il pianeta ci consegna da molte generazioni.
Parliamo del mondo dei serpenti,  degli anfibi passando per camaleonti, lucertole e  iguane, senza dimenticare l'universo degli insetti più particolari .

Percorso viola ... i suoni dell'ambiente marino
Il mondo marino sembra un ambiente privo di suoni e rumori, ma in realtà non è così. A dimostrarlo è il percorso viola, che svela una realtà poco conosciuta.
L'ambiente marino non è affatto ovattato e i visitatori potranno scoprirlo decidendo di intraprendere l'itinerario, ascoltando come comunicano le specie che dimorano nel mare e sono ospitate nelle vasche dell'Acquario dagli squali  alle tartarughe ai pesci.

Un'esperienza da vivere a pieno per grandi e piccini.

Francy
Lascia un commento e il link del tuo blog: ricambieremo volentieri la visita!

2 commenti

Lascia un commento
29 giugno 2016 22:36 ×

Bellissimo, ci sono stata anch'io sia come nonna con mio nipote, che come insegnante con la mia ciurma di 5 anni. (*__*)

Reply
avatar
6 luglio 2016 15:39 ×

Ci sono stata tantissimi anni fa .. Bellissimo .. Ora aspetto che il mio piccolo diventi un po più grande e ci portò anche i miei cuccioli

Reply
avatar